Tre cose da vedere a Sirmione

Sirmione: la perla del Lago di Garda

Stai organizzando una vacanza e vuoi sapere quali sono i luoghi da visitare sul Lago di Garda? Senza dubbio Sirmione è da aggiungere al tuo itinerario e qui potrai trovare una lista delle tre cose da vedere a Sirmione!

Sirmione, situata tra Desenzano e Peschiera, è una stretta striscia di terra che si allunga verso nord nel lago di Garda. Il poeta latino Catullo l’ha descritta come la “perla delle penisole e delle isole” e, sicuramente, non si può dargli torto. Infatti, dal punto di vista naturalistico, la penisola spicca per la sua particolare forma, la posizione strategica e le acque cristalline.

Tre cose da Vedere a Sirmione
Credits: curly.beard (IG)

Le bellezze di Sirmione però non terminano qui: la Perla del Lago di Garda si contraddistingue anche dal punto di vista storico e termale. La città ha origini molto antiche, risalenti fino all’età del Bronzo e, successivamente, è stata frequentata come luogo di villeggiatura dai romani. Di questo suo illustre passato rimangono i resti di una grande villa, le Grotte di Catullo, ancora visitabili e costituenti una parte saliente della città.

Tre cose da Vedere a Sirmione
Credits: s_marelli

Per quanto riguarda le terme, Sirmione è la località termale più celebre di tutto il Lago di Garda e una delle più frequentate in Italia. Le sue acque hanno poteri curativi ed estetici e possono agire sul sistema cardiovascolare, osteoarticolare e respiratorio, ma anche curare malattie dermatologiche e ginecologiche. I centri termali più tradizionali sono le Terme di Virgilio e le Terme di Catullo, ma avrai comunque molte altre scelte disponibili.

Tre cose da Vedere a Sirmione
Credits: Lönhardt M. Denisa

Continua a leggere se vuoi sapere di più su questo luogo da visitare sul Lago di Garda!

Sirmione non finisce di stupire nemmeno dal punto di vista architettonico, dove spicca il Castello Scaligero, il centro storico e le sue chiese. Una volta arrivato non potrai fare a meno di addentrarti nel vivace centro, costituito da innumerevoli vicoletti, perfetti per passeggiare e prendersi un gelato. In aggiunta, se sei alla ricerca di qualcosa più romantico, verrai soddisfatto dalla strada che costeggia il lago e che offre un panorama mozzafiato.

Ti consiglio, inoltre, di visitare le 3 chiese principali: quella di Sant’Anna della Rocca, di San Pietro in Mavino e di Santa Maria Maggiore. La prima risale alla metà del 1300 e si contraddistingue per le volte a crociera, gli affreschi e la preziosa effige della Madonna con Bambino. La seconda è più antica, 756 d.C., in seguito ai numerosi interventi di ristrutturazione, sulla facciata sono riconoscibili varie influenze, tra cui il campanile romanico. Infine, l’ultima, risalente al XV secolo, è la chiesa parrocchiale della penisola e ospita meravigliosi affreschi e una statua lignea della Madonna.

Se sono riuscita a catturare la tua attenzione, a questo punto ti propongo una lista delle tre cose da vedere a Sirmione che considero imperdibili.

1. Castello Scaligero
2. Le Grotte di Catullo
3. Spiagge
Eventi

Panorama del Castello Scaligero
Credits: Niels Keekstra

Il Castello Scaligero

Impossibile non partire nominando il Castello Scaligero, che incontrerai appena arrivato, prima dell’ingresso vero e proprio al centro storico. Non potrai che rimanere senza parole di fronte a questa imponente costruzione dai bordi merlati, che si erge sopra al lago dalle acque color smeraldo. Questo edificio costituisce uno straordinario esempio di fortificazione lacustre e merita senza dubbio una visita.

Il castello, che prende il nome dalla famiglia Della Scala, è stato edificato oltre la metà del Trecento. Ancora oggi puoi vedere come faccia parte di un progetto unitario, che comprende anche un porto fortificato, la darsena, utile per accogliere la flotta. La sua architettura, probabilmente costruita in alcuni anni, rimanda al periodo di Cansignorio e di Antonio II Della Scala, tra il 1360 e il 1380.

Con il passare del tempo, Sirmione ha perso la sua importanza come postazione difensiva, venendo sostituita dalla vicina Peschiera del Garda. Successivamente, in periodo napoleonico, è stata utilizzata come deposito di armi e alloggio per le truppe. La funzione di deposito è rimasta negli degli anni, quando è passata ad essere sede degli uffici comunali, postali, alloggio dei Carabinieri e piccolo carcere.

Quello che vedi oggi del castello è frutto dei restauri eseguiti dopo il 1919. La struttura che ti si presenta davanti agli occhi mantiene le classiche torri scudate dell’architettura scaligera e la fortificazione portuale tipica del XVI secolo. Inoltre, il bacino interno d’acqua è ora aperto grazie ai lavori di restauro del 2018, promossi dal Polo Museale Regionale della Lombardia.

Il Castello Scaligero - Sirmione
Credits:  stevaleri (IG), stefano valeri photography (FB)

Il castello assume un’atmosfera fiabesca, grazie alle tre torri, al mastio di 47 metri d’altezza e alle acque lacustri che circondano i quattro i lati. La meraviglia è ancora più forte se decidi di salire i 146 gradini dell’ampia scalinata, per vedere un magnifico panorama sul Lago di Garda.

Non ti ho ancora incuriosito abbastanza? Prima di procedere con altre cose da vedere a Sirmione, vorrei raccontarti una piccola leggenda. Un racconto che ti farà accapponare la pelle, accendi una candela e continua a leggere.

Hai mai sentito parlare del fantasma del castello di Sirmione? Si narra che in un’epoca passata il castello sia stato dimora di due nobili novelli sposi, Ebengardo e la bellissima Arice. Durante una notte tempestosa il cavaliere Elamberto del Feltrino chiede loro ospitalità e rimane subito incantato dalla fanciulla. Non riuscendo a controllare la sua passione, Elamberto cerca di sedurre Arice, ma viene rifiutato con fermezza. Un forte cavaliere come lui non può superare un simile affronto e, in un impeto di rabbia, la uccide con un pugnale. Ebengardo sente le grida dell’amata e corre velocemente in suo soccorso. Trovandola già morta, attacca Elamberto e lo uccide con lo stesso pugnale.

La storia non finisce qui, si dice che Ebengardo sia stato condannato a vivere per sempre come un fantasma, disperato per non aver potuto proteggerla. Ancora oggi alcuni testimoniano di aver visto l’ombra del fantasma del nobiluomo aggirarsi nel castello, incapace di darsi pace e di accettare la morte dell’amata.

Tre cose da Vedere a Sirmione
Credits: instagram @daniela2chic

Se non vuoi perderti questa prima meta delle tre cose da vedere a Sirmione, di seguito ti offro alcuni consigli e informazioni.

Se non vuoi perderti questa prima meta delle tre cose da vedere a Sirmione, di seguito ti offro alcuni consigli e informazioni.

Il castello è aperto al pubblico da martedì a domenica. Il biglietto intero per la visita è solo per gli adulti, mentre per i ragazzi dai 18 ai 25 anni è sufficiente il biglietto ridotto. Diversamente, per gli studenti e il personale docente in visita l’ingresso è gratuito, come per i minori di 18 anni.

Se fossi interessato a visitare anche le Grotte di Catullo e la Villa Romana di Desenzano, ti consiglio il biglietto congiunto. Questa è sicuramente un’ottima alternativa per avere una visione completa delle bellezze di Sirmione. Infine, per i più appassionati, c’è anche la possibilità di comprare un abbonamento annuale.

Concludendo, ti consiglio di lasciare la macchina in un parcheggio a pagamento, il più grande è il Parcheggio Monte Baldo a 850 metri dal Castello.

Se sei rimasto affascinato dal Castello Scaligero, continua a leggere per scoprire altro sui luoghi da visitare sul Lago di Garda.


Grotte di Catullo
Credits: Lönhardt M. Denisa

2. Le Grotte di Catullo

La mia seconda proposta per le tre cose da vedere a Sirmione riguarda le Grotte di Catullo (I secolo a.C. – I secolo d.C.).

Le origini antiche della penisola hanno lasciato alcune testimonianze, come i resti di una lussuosa villa romana, nota come “Grotte di Catullo”, dell’epoca augustea. L’area archeologica dal 1999 comprende anche un Museo, dove sono custoditi i resti più antichi rivenuti sul luogo.

Il nominativo “Grotte” non è casuale, ma risale ai racconti dei primi viaggiatori che avevano scambiato le rovine coperte di vegetazione per grotte.

Diversamente da come si è pensato in passato, la villa non è mai appartenuta al poeta Catullo, ma è stata edificata dopo la sua morte. Ciononostante, il complesso architettonico prende il nome dal poeta latino, che lo definisce un piccolo gioiello lacustre. Riguardo ai reali residenti, invece, si è ipotizzato che la villa appartenesse a una famiglia aristocratica di Verona, la Gens Valeria.

In origine, la villa aveva due piani, diversi porticati, terrazze panoramiche e un’area termale. Mentre, dal III secolo d.C. alcune parti della villa sono state risistemate e hanno ospitato abitazioni più povere. Per questo motivo si pensa che il degrado della zona sia iniziato esattamente da questo periodo, quando viene aggiunta anche la necropoli nelle vicinanze. Successivamente, nel V secolo, la villa cambia nuovamente funzione e diventa parte di una struttura difensiva, per poi venir utilizzata come materiale da costruzione.

Nonostante le modifiche che ha subito la struttura, ancora oggi potrai vedere un’area archeologica immensa di circa 2 ettari, dove poterti immergere a 360 gradi.

Sicuramente ti stupirà anche la posizione in sé del sito, trovandosi all’estremità della penisola, con le acque brillanti del lago che fanno da sfondo.

Se non vuoi perderti questo luogo da visitare sul lago di Garda, ti riporto in seguito alcune informazioni utili per accedervi.

Il sito delle Grotte è apertotutto l’anno, dal lunedì alla domenica, e gli orari cambiano a seconda dei periodi.  Per il museo gli orari sono uguali a quelli del parco per quanto riguarda l’apertura.

L’ultima cosa che ti serve sapere sulle Grotte riguarda i prezzi. Anche qui per i ragazzi tra i 18 e i 25 anni il biglietto è ridotto, mentre i minori entrano gratuitamente. Un modo per incentivare i giovani ad appassionarsi alla storia antica della città.

Per immergerti nel passato in questo sito imperdibile dovrai percorrere a piedi Via Caio Valerio Catullo, raggiungendo le Grotte a soli 15 minuti dal centro. In alternativa, nel periodo estivo potrai arrivare anche grazie al trenino elettrico, che ti porterà fino all’ingresso del sito in Piazzale Orti Manara.


Le spiagge del Lago di Garda
Credits: THE PHOTOROUTE

3. Spiagge

Il mio ultimo consiglio sui tre luoghi da vedere a Sirmione riguarda le sue splendide spiagge.

Non puoi fare altro che approfittare di un’acqua azzurra e limpida come quella della penisola per rinfrescarti e passare qualche ora in totale relax. Per questo, ti consiglio di accompagnare a una visita culturale un pomeriggio in spiaggia, per trovare una via di fuga al caldo del periodo estivo.

Se cerchi una spiaggia diversa da quelle classiche, la Jamaica beach di Sirmione è la proposta perfetta per te. La spiaggia si trova vicino alle Grotte di Catullo, in un’area naturale completamente incontaminata e rigogliosa. A rendere unica questa spiaggia contribuiscono le acque limpide e i lastroni di pietra erosi dall’acqua, che diventano un ottimo appoggio per i bagnanti. Se ti stai chiedendo il perché del nome Jamaica, la risposta è semplice e verte sui colori insoliti che ricordano quasi le spiagge giamaicane.

Nel caso ti affascinasse questo “paradiso caraibico italiano”, ti consiglio di arrivarci seguendo un sentiero che passa dal Lido delle Bionde e porta alla spiaggia.

Altre spiagge da vedere e visitare durante la tua visita a Sirmione.

La seconda che ti propongo è, appunto, il Lido delle Bionde, una spiaggia di sassi attrezzata con ogni comfort, come bar e noleggi vari. Sicuramente, se cerchi una spiaggia più funzionale, il Lido delle Bionde saprà soddisfare le tue richieste e ti offrirà un soggiorno funzionale e rilassante.

In aggiunta, la spiaggia di Punta Grò è comoda nelle giornate più calde, in quanto, essendo circondata dagli alberi, puoi trovare zone d’ombra più fresche. Anche per questa l’accesso è libero ed è l’ideale per le famiglie che desiderano riposarsi, fare un pic-nic e un bagno tranquillo. Come per il Lido delle Bionde, la spiaggia mette a disposizione un chioschetto e un servizio di noleggio di pedalò, sdraio e sci nautico.

Se vuoi ancora più alternative non temere, Sirmione offre altre spiagge disseminate sulla penisola e dintorni, adatte ad ogni esigenza. Per le famiglie, posso consigliare anche il Lido di Lugana, Lido Galeazzi, Punta Staffalo e la Spiaggia delle Muse. Ai più sportivi, invece, Spiaggia Brema dà la possibilità di praticare kitesurf, windsurf, canoa, pedalò, ma anche beach volley e ping pong.

Per saperne di più delle spiagge sul Lago di Garda consulta l’articolo specifico.


Sirmione Eventi
Credits: Sirmioneboats

Eventi

Per ultimo, ti riporto i principali eventi che si svolgono a Sirmione così da poter arricchire la tua visita con qualcosa di ancora più caratteristico.

I maggiori eventi sono in estate: iniziano con la Festa dello sport a giugno, nel centro sportivo comunale, con giochi sportivi, musica e stand gastronomici. Proseguendo, a luglio potresti trovare la Sardinata, una grigliata di pesce nel Piazzale del Porto, per poter degustare il pesce di lago della Polisportiva Sirmione. Agosto è il mese più ricco di eventi, con gli spettacoli musicali nella prima metà del mese e la possibilità di partecipare a osservazioni astronomiche.

Fuori dal periodo estivo, a settembre, consiglio la Festa degli aquiloni, durante la quale si costruiscono e decorano aquiloni. Proseguendo nella giornata, vengono aperti degli stand enogastronomici e viene premiato il miglior aquilone. Solitamente, vengono allestiti anche dei gonfiabili, per offrire un divertimento assicurato anche ai bambini.

In aggiunta, a settembre non ti dimenticare della Festa dell’Uva, che riunisce gli appassionati per degustare del buon vino con la vista mozzafiato del lago.

Infine, se ne hai la possibilità, non perderti l’atmosfera natalizia a dicembre, quando viene organizzato anche il tradizionale incendio del castello e fuochi d’artificio. A questo punto non mi resta che sperare che tu abbia aggiunto Sirmione tra i luoghi da visitare sul lago di Garda, non te ne pentirai!

Ecco conclusa la mia lista dei luoghi preferiti da vedere a Sirmione. A questo punto non mi resta che sperare che tu l’abbia aggiunta tra i luoghi da visitare sul lago di Garda, non te ne pentirai!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.