Dieci punti da fotografare a Lazise

Lazise è un comune sulla sponda sud-orientale del Lago di Garda. Si classifica ormai da anni tra le prime 20 destinazioni d’Italia ed è al primo posto come meta lacustre italiana.

Se parliamo di Lazise, non parliamo solo del centro storico ma anche delle due frazioni che ne fanno parte: la frazione di Colà e di Pacengo, amate e conosciute per il loro esteso paesaggio agricolo collinare, una fonte termale, alcuni famosi parchi di divertimento, costruzioni e ville che testimoniano la lunga storia di Lazise.

Dieci punti da fotografare a Lazise
Credits Stefania Saba

Lazise, il Primo Comune Libero d’Italia

Il nome deriva dal latino Lacisium legato alla parola lacus che significa “villaggio lacustre”, un nome in linea con alcuni ritrovamenti di resti di abitazioni palafitticole, risalenti all’età del Bronzo. I primi documenti che confermano l’esistenza di un importante centro abitato a Lazise, risalgono invece all’Alto medioevo. Tra questi documenti c’è anche l’atto imperiale firmato da Ottone II nel 983 d.C. nel quale concede la completa autonomia civica, facendo diventare Lazise il Primo Comune Libero d’Italia.

Le streghe del Mondragon

A poca distanza dal centro storico di Lazise, si trova il monte del dragone, conosciuto come Mondragon. Un tempo sorgeva un castello in quest’area dove, secondo le leggende locali, si davano appuntamento streghe e draghi. Infatti, lo stemma di Lazise, che risale alla dominazione veneziana, rappresenta da una parte rombi bianchi e azzurri (che ricordano l’antico regno bavarese) e dall’altra il drago di Mondragon

Dieci punti da fotografare a Lazise
Credits: Daniel Bongiovanni

La città murata di Lazise

Il paese è circondato interamente da una fortificazione che risale all’Alto Medioevo. Ci sono tre porte d’ingresso al centro storico: la prima con accesso da est si chiamava Porta Superiore, oggi Porta San Zeno. Questa porta un tempo rappresentava l’ingresso principale del paese. Ti suggeriamo di fermarti qualche secondo per osservarla dall’esterno. Sicuramente noterai che essa è più bassa rispetto al resto delle mura, delle torri e delle altre porte di ingresso. Il motivo che si cela dietro a questo particolare è molto interessante. Furono i Visconti insieme ai Gonzaga ad abbassarla come atto simbolico. Infatti, dopo aver finalmente vinto nel 1400 contro i veneziani, per umiliarli e ostentare la loro superiorità, hanno fatto abbassare la porta principale del paese.

La seconda porta conosciuta come Porta Lion dà accesso da sud. Questa porta è forse la più utilizzata, in quanto collegata tramite via Rosenheim al parcheggio principale di Lazise. Una via caratterizzata da fiori, colori e profumi e che offre una bellissima vista sul Castello Scaligero.

La terza e ultima porta, anche per costruzione, e situata a nord è Porta Nuova che oggi conosciamo come Porta Cansignorio. La cosa interessante di questa porta è che reca ancora i segni della guerra tra Venezia e i Visconti.

Tutt’oggi le porte sono collegate tra loro tramite la cinta muraria tipicamente medievale, riportandoti indietro nel tempo. Ciò che si discosta dal passato è l’assenza del quarto muro che dava direttamente sul lago, chiudendo il centro abitato.

Dieci punti da fotografare a Lazise

Piccola Venezia

È curioso sapere che c’è stato un periodo in cui il centro storico di Lazise era come una piccola Venezia. Se passeggi per le vie del paese, infatti, noterai che alcuni vicoli portano ancora il nome di “calle”. In questi vicoli un tempo scorreva l’acqua che consentiva l’accesso diretto alle case con un’imbarcazione. Durante la tua visita in questa incantevole cittadina potrai trovare qualcosa di interessante in ogni angolo. Vie ricche di negozi e locali, costruzioni e luoghi affascinanti come la famosa Dogana Veneta, il Portovecchio con la chiesetta romanica di San Nicolò e un lungolago pronto a farti ritrovare la pace dei sensi.

Prendi nota

Il Castello Scaligero di Lazise non è visitabile. Tuttavia, gli amanti di storia hanno la possibilità di partecipare alla vista guidata Lazise Walking Tour prenotando via mail a info@gardalanding.it.

Inoltre, GardaLanding offre ogni anno, da Aprile a Ottobre, la possibilità di partecipare al Gardalake Tour, un giro del lago che comprende anche un tratto in battello. Un nostro accompagnatore ti porterà alla scoperta di 4 affascinanti mete sul Lago di Garda tra le quali è presente la bellissima Lazise.

Per chi preferisce un’escursione in barca, da maggio a settembre, consigliamo l’esperienza del South Gardalake Tour. Un giro in barca con soste per nuotare e partenza da Lazise.

Dieci punti da fotografare a Lazise

Eventi da segnare in agenda

Le manifestazioni che fanno parte della tradizione popolare sono la Regata delle Bisse, anche conosciuta come la Bandiera del Lago, la Cuccagna del Cadenon, la Festa dell’Ospite e la fiera autunnale “I giorni del miele”.

Come abbiamo già accennato, Lazise è una delle mete più visitate d’Italia. Un borgo che sa incantare i suoi ospiti fin dal momento in cui arrivano. Per rendere il tuo soggiorno qui indelebile, trovi di seguito un elenco dei 10 luoghi più belli per la galleria fotografica della tua vacanza.

Dieci punti da fotografare a Lazise
Credits: Stefano Marelli

Dieci punti da fotografare a Lazise

  1. Il Porto Vecchio
  2. La chiesa di San Nicolò
  3. Il tramonto dalla Dogana Veneta
  4. Villa Bernini dall’acqua
  5. I fiori di via Rosenheim con la Porta Lion
  6. Il castello scaligero
  7. La cinta muraria medievale in via Rocca
  8. Lungolago Mazzini
  9. Porta San Zeno
  10. Porta Cansignorio

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.