fbpx

Venezia 2024: come funziona il biglietto d’ingresso

Venezia: biglietto d'ingresso. Tutto quello che devi sapere su come funziona il ticket d'ingresso per Venezia nel 2024.

La città di Venezia affascina sempre – con i suoi canali pittoreschi, i ponti romantici e l’architettura unica al mondo. Tuttavia, dietro la bellezza senza tempo, si nasconde una città che deve affrontare sfide significative legate al turismo di massa. Per rispondere a queste sfide, il Comune di Venezia ha deciso di introdurre per il 2024 un biglietto d’ingresso. In questo articolo vediamo tutto quello che devi sapere su come funziona, quanto costa e chi deve pagarlo.


Come funziona il ticket d’ingresso a Venezia?

Per individuare un nuovo equilibrio tra residenti, city-user e visitatori, il Comune di Venezia ha approvato l’utilizzo di un contributo d’ingresso. Sono state individuate 29 giornate “bollino rosso” dove si prevede ci sarà un boom di turismo. In generale si tratta di weekend e festività.

Per il momento sarà necessario il biglietto d’ingresso solo per la Città Antica di Venezia. Costerà €5,00 e dovrai acquistarlo tramite il loro portale online. In seguito vediamo tutti i dettagli.

1. Da quando si paga il ticket per entrare a Venezia?
2. Per che zone di Venezia è necessario il biglietto d’ingresso?
3. Quanto si paga per entrare a Venezia?
4. Chi deve pagare il biglietto d’ingresso a Venezia?
5. Come ottenere l’esenzione o pagare il contributo d’accesso a Venezia?
6. Quali sanzioni sono previste per chi non paga il biglietto d’ingresso per Venezia?

1. Da quando si paga il ticket per entrare a Venezia?

Le 29 giornate selezionate partono già da questa primavera 2024, e saranno:

  • Aprile: 25, 26, 27, 28, 29, 30.
  • Maggio: 01, 02, 03, 04, 05, 11, 12, 18, 19, 25, 26 (tutti i weekend).
  • Giugno: 08, 09, 15, 16, 22, 23, 29, 30 (tutti i weekend tranne il primo).
  • Luglio: 06, 07, 13, 14.
Venezia: biglietto d'ingresso
Credits: Città di Venezia

Il biglietto d’ingresso per Venezia sarà necessario SOLO dalle 8:30 alle 16:00. Se hai voglia quindi di fare un giro in città alla sera, non dovrai acquistare il ticket.


2. Per che zone di Venezia è necessario il biglietto d’ingresso?

Venezia: biglietto d'ingresso
Credits: www.cda.veneziaunica.it

In questa fase sperimentale il biglietto d’ingresso è necessario solo per entrare nella Città Antica (numero 1). Invece, non sarà necessario per le persone che transitano a Piazzale Roma, Tronchetto o Stazione Marittima, senza accedere alla Città Antica (numero 2). Inoltre, non sarà necessario il pagamento di un ticket d’ingresso nel 2024 per le persone che visitano le isole minori (numero 3), che sono:

  • Lido di Venezia (compreso Alberoni e Malamocco)
  • Pellestrina
  • Murano
  • Burano
  • Torcello
  • Sant’Erasmo
  • Mazzorbo
  • Mazzorbetto
  • Vignole
  • S. Andrea
  • La Certosa
  • S. Servolo
  • S. Clemente
  • Poveglia
  • Sacca Sessola

Le isole di San Michele e Giudecca, invece, sono considerate all’interno del perimetro della Città Antica e necessitano quindi dell’acquisto di un ticket d’ingresso.


3. Quanto si paga per entrare a Venezia?

Per queste prime 29 giornate di sperimentazione, il costo del biglietto d’ingresso per Venezia è di 5 euro giornalieri. L’importo è unico, per singola persona, e non è prevista alcuna riduzione. Ti ricordo inoltre, come ho detto prima, che il biglietto serve solo nella fascia oraria che va dalle 8:30 alle 16:00. Se ti recherai a Venezia, quindi, dalle 16:00 alle 8:30, non dovrai acquistare nessun titolo d’accesso o creare un voucher di esenzione.

Il pagamento del contributo avrà validità per tutta la giornata prenotata. Quindi, sarà possibile uscire e rientrare nella città.


4. Chi deve pagare il biglietto d’ingresso a Venezia?

Ebbene sì, ovviamente non a tutti è richiesto il pagamento del ticket d’ingresso per entrare a Venezia. Vediamo insieme quali sono le categorie esenti e come devono dimostrarlo durante i controlli.

Categorie a cui non è richiesta nessuna azione:

  • Persone nate nel Comune di Venezia.
  • Residenti del Comune di Venezia.
  • Minori di età inferiore ai 14 anni.

Per queste tre categorie, durante i controlli sarà semplicemente necessario esibire un documento d’identità. Sono le uniche categorie che non devono recarsi sul portale per richiedere l’esenzione o per pagare.

Categorie non paganti ma che devono richiedere l’esenzione annuale:

  • Lavoratori dipendenti e autonomi, anche pendolari, con sede operativa stabile (anche temporanea) nella Città Antica o nelle altre isole minori della laguna.
  • Studenti, anche pendolari, delle scuole di qualsiasi ordine e grado e di ogni istituto universitario e post-universitario con sede operativa nella Città Antica o nelle altre isole minori della laguna.
  • Persone proprietarie o multiproprietarie di immobili nel Comune di Venezia su cui pagano l’IMU, o titolare di un contratto di locazione ad uso non turistico e il loro nucleo famigliare.
  • Persone con dimora iscritte nello schedario della popolazione temporanea.

In questi quattro casi sarà necessario procurarsi un voucher continuativo annuale, senza pagare il contributo d’ingresso.

Categorie non paganti ma che devono richiedere l’esenzione giornaliera:

  • Lavoratori, liberi professionisti ed imprenditori che devono accedere occasionalmente alla Città Antica di Venezia.
  • Studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori in viaggio d’istruzione. I professori potranno richiedere l’esenzione da lavoratore. Gli accompagnatori, invece, se non rientrano in alcuna categoria dovranno pagare il contributo d’accesso.
  • Persone che pernottano in una struttura ricettiva del Comune di Venezia. L’esenzione varrà dal giorno di arrivo a quello di partenza.
  • Residenti della Città metropolitana di Venezia.
  • Residenti in Veneto.
  • Soggetti affetti da disabilità certificata, ed eventuale accompagnatore.
  • Persona che pratica terapia o che debba effettuare una visita medica presso strutture sanitarie nella Città Antica e nelle altre isole minori del Comune di Venezia.
  • Persona che assista o accompagni degente presso strutture sanitarie nella Città Antica e nelle altre isole minori del Comune di Venezia.
  • Persone che accedono alla Città Antica e alle altre isole minori della laguna al fine di partecipare a competizioni sportive riconosciute dal CONI, sue Federazioni, o da Enti di Promozione Sportiva. L’esenzione si estende anche all’accompagnatore del gruppo.
  • Amministratori pubblici e autorità pubbliche che si rechino nella Città Antica e nelle altre isole minori della laguna per ragioni istituzionali.
  • Volontari che prestino il proprio servizio nella Città Antica e nelle altre isole minori della laguna, in occasioni di eventi e/o manifestazioni organizzate o patrocinate dall’Amministrazione Comunale, dalla Città Metropolitana di Venezia e dalla Regione Veneto.
  • Volontari che prestino servizio in caso di emergenza nella Città Antica e nelle altre isole minori di Venezia.
  • Partecipanti a manifestazioni organizzate o patrocinate dall’Amministrazione Comunale.
  • Appartenenti alle Forze Armate e Forze dell’Ordine, incluso il personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che accede a Venezia per esigenze di servizio.
  • Persona in visita presso le case circondariali o di reclusione della Città Antica di Venezia.
  • Coniuge, unito civilmente, parenti o affini fino al 3° grado di residenti nella Città Antica del Comune di Venezia o nelle isole minori della laguna.
  • Coniuge, unito civilmente, parenti o affini fino al 3° grado del defunto, partecipanti al funerale nella Città Antica del Comune di Venezia o nelle isole minori della laguna.
  • Coniuge, unito civilmente, parenti o affini fino al 3° grado in visita a soggetti ospitati presso strutture socio-sanitarie situate nella Città Antica del Comune di Venezia o nelle isole minori della laguna.
  • Parte processuale o testimone in procedimenti che si svolgono nelle sedi giudiziarie site nella Città Antica di Venezia.
  • Persona convocata per ragioni di giustizia o altre ragioni di pubblico interesse presso uffici pubblici siti nella Città Antica di Venezia.
  • Persone che accedono esclusivamente alle aree del Ponte della Libertà, P.le Roma, Stazione Marittima e Isola Nova del Tronchetto, limitatamente al tempo che vi permangono.
  • Persone che si rechino in visita a persone residenti nella Città Antica o nelle isole minori o a persone iscritte allo schedario della popolazione temporanea con domicilio nella Città Antica o nelle isole minori.
  • Persone che debbano recarsi in Comune di Venezia per partecipare a consultazioni elettorali o referendarie.
  • Ulteriori eventuali accessi di natura temporanea purché non per fini turistici, autorizzati con deliberazione di Giunta Comunale.

In tutti questi casi è necessario procurarsi un voucher giornaliero senza pagare il contributo d’ingresso.


5. Come ottenere l’esenzione o pagare il contributo d’accesso a Venezia?

Ad esclusione dei residenti di Venezia, delle persone nate a Venezia e dei minori di 14 anni, tutte le altre persone che entrano in Città Antica devono prenotare la loro visita (anche quelle esenti dal pagamento).

Ma come prenotarsi per entrare a Venezia? Vediamo passo per passo:

  • Apri il sito https://cda.veneziaunica.it/.
  • Seleziona “Paga il Contributo di Accesso“.
  • Seleziona la data nella quale desideri recarti a Venezia.
  • Dichiara il numero di adulti e di minori di 14 anni che viaggeranno con te.
  • Inserisci nome e cognome di tutti i visitatori.
  • Inserisci indirizzo e-mail e numero di telefono di uno dei visitatori. Saranno i dati che verranno utilizzati per l’invio dei biglietti e per eventuali recuperi o annullamenti della prenotazione.
  • Arrivato a questo punto vedrai il riepilogo della prenotazione. Volendo, si può aggiungere una seconda data di visita. Attenzione, però, che i dati delle persone devo essere sempre gli stessi.
  • Accetta i termini e le condizioni e la privacy.
  • Sarai indirizzato alla pagina del pagamento, dove potrai scegliere tra carta di credito o PayPal.
  • Una volta effettuato il pagamento, i biglietti con i relativi QR Code potrai scaricarli oppure scegliere di farteli arrivare per mail.

La prenotazione del biglietto d’ingresso a Venezia potrà essere annullata fino al giorno prima della visita.

Per chi non ha possibilità di prenotare online l’ingresso, in via residuale ci saranno dei punti di pagamento in Piazzale Roma e nel piazzale della Stazione di Venezia-Santa Lucia.

E se invece pensi di aver diritto all’esenzione?

Vediamo cosa devi fare se pensi di aver diritto all’esenzione:

  • Apri il sito https://cda.veneziaunica.it/.
  • Nella sezione “Esente dal pagamento” seleziona “Richiedi la tua Esenzione“.
  • Seleziona poi la tipologia di esenzione adatta a te
  • Inserisci tutti i dati che ti vengono richiesti in base al tipo di esenzione.

In generale, il sito è molto semplice da capire e sarai guidato in tutti i passaggi. Se hai bisogno di aiuto, puoi contattare il numero 041041, attivo dal lunedì alla domenica dalle 8:30 alle 17:00.


6. Quali sanzioni sono previste per chi non paga il biglietto d’ingresso per Venezia?

L’Amministrazione Comunale può effettuare verifiche, ispezioni e sopralluoghi mediante personale autorizzato nei principali punti di accesso della Città.

Ci sarà una sazione amministrativa che va dai 50 ai 300 euro (a cui aggiungere 10 euro del contributo d’accesso). Inoltre, possibilità di denuncia ai sensi del Codice Penale e delle leggi speciali in materia a chiunque rilasci dichiarazioni mendaci, formi atti falsi o ne facca uso nei cai previsti dal Regolamento. Le somme, se non versate, sono riscosse coattivamente secondo la normativa vigente in materia tributaria.

Adesso sei informato su tutto quello che ti serve per la tua visita al capoluogo veneto. Per più informazioni sulla bella Venezia, fai un salto sul nostro sito!

Sara Ruffoni
Sara Ruffoni
Articoli: 53

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *