Tre cose da vedere a Gardone Riviera

Un’incantevole cittadina che si trova sulla sponda Bresciana del Lago di Garda. Qui la natura domina, tanto che il paese è considerato un giardino botanico. Ma prima di raccontarti le tre cose da vedere a Gardone Riviera, incomincio con un po di informazioni utili!

Si trova nella lista dei Borghi più Belli d’Italia insieme a Tremosine e sono gli unici comuni del Benaco a poter vantare di questo riconoscimento.

Grazie alla sua locazione tra le montagne, offre anche una variegata scelta di sentieri per il trekking. Ovviamente anche le passeggiate per il delizioso centro storico non vi deluderanno.

In questo articolo scopriremo quelle che, secondo me, sono le mete che non possono mancare nel vostro viaggio in questo luogo da visitare sul Lago di Garda.

Prima, però, è interessante scoprire un po’ la storia di questa meravigliosa località.

Gardone è considerata, oltre che una tra le più note, anche la prima meta di villeggiatura in ordine di tempo. Infatti, grazie all’apertura nel 1879 da parte di Luigi Wimmer del “Pizzocolo”, una piccola pensione ai tempi, il numero di turisti cominciò a crescere. Non è un caso che questa nel tempo sia diventata il Grand Hotel di Gardone.

L’austriaco Wimmer ha avuto un ruolo molto importante per la città, in quanto dopo essersene lui stesso innamorato, la fece conoscere ai suoi compatrioti. Per questo venne anche eletto sindaco della città nel 1881 fino alla morte due anni dopo. Questo importante personaggio è considerato un vero e proprio pioniere del turismo gardesano.

Lo sviluppo vero e proprio si ha però dopo l’Unità d’Italia, quando sulla scia del successo dell’albergo di Wimmer, cominciarono a diffondersi hotel, locande e pensioni.

La zona continuava comunque ad essere frequentata da molti tedeschi ed austriaci che edificarono sontuose abitazioni che oggi arricchiscono il centro.

La prima guerra mondiale rischiò di frenare l’interesse straniero verso Gardone e la conseguente crescita, ma, grazie all’intervento di Gabriele d’Annunzio, le sorti della città cambiarono nuovamente.

Arrivati a parlare del vate, dobbiamo per forza cominciare con la nostra lista delle tre cose da vedere a Gardone. Questo luogo da visitare sul lago di Garda vanta un gioiello unico, ma non voglio anticipare nulla!

1. Il Vittoriale degli Italiani
2. Lungolago d’Annunzio
3. Il Giardino botanico André Heller
Eventi

1. Il Vittoriale degli Italiani

Tappa d’obbligo e la prima delle tre cose da vedere a Gardone Riviera è sicuramente il Vittoriale degli Italiani, un insieme di costruzioni voluto dall’eccentrico poeta Gabriele D’Annunzio.

Tappa d’obbligo e la prima delle tre cose da vedere a Gardone Riviera è sicuramente il Vittoriale degli Italiani, un insieme di costruzioni voluto dall’eccentrico poeta Gabriele D’Annunzio.

Questo complesso monumentale è costituito da vie, giardini, piazze, corsi d’acqua, edifici e dall’immenso Anfiteatro del Vittoriale, il quale ospita eventi su scala nazionale e internazionale. D’Annunzio acquistò questa proprietà dopo essersi innamorato della meravigliosa vista sul Lago (come dargli torto!). Dopo il fallimento dell’impresa fiumana da lui condotta e il trattato di Rapallo, decise di trasferirsi qui, dove trascorse gli ultimi anni della sua inimitabile vita.

E’ stato l’architetto e amico Giancarlo Maroni a seguire la direzione dei lavori, finiti poi nel 1938.

Con le sue raccolte di cimeli di guerra, sculture, dipinti, libri, fotografie, oggetti di diverse culture, l’eccentrica casa non poteva non essere ammirata anche dai connazionali. Per questo nel 1923 D’Annunzio decise di donarle il complesso al “popolo italiano”, da cui anche il nome.

All’interno del Vittoriale potrete vedere tutte le diverse sale, tutt’altro che sobrie, ancora più suggestive grazie alle luci soffuse date dalle vetrate dipinte e le pesanti tende. La disposizione degli oggetti è esattamente la stessa voluta dal d’Annunzio. Nella Prioria, edificio principale e vera e propria casa del vate, tutto è curato nei minimi dettagli e nulla è lasciato al caso. Come avrete modo di vedere ogni singolo oggetto e simbolo ha un significato ben preciso.

Che il poeta avesse una personalità particolare, è chiaro a tutti. Ancora oggi è possibile vedere le due sale d’aspetto dove le attese potevano essere brevi e piacevoli o lunghe, snervanti ed inutili. Infatti, una era riservata ai visitatori graditi, l’altra, beh potete immaginarlo…

Iconica è l’attesa di Benito Mussolini, che dovette aspettare due ore nella stanza del Mascheraio prima di essere ricevuto dal poeta. Per questo sarebbe quasi più corretto dire che il Vittoriale non ha un teatro, ma che lo fu per tutte le vicende che vi ebbero luogo.

Il fascino indiscusso di questo luogo si percepisce anche negli ambienti esterni. Potrete vedere i lussuosi giardini, la limonaia con il Belvedere, il Portico del Parente e l’immenso anfiteatro. Questo contiene ben 1500 persone e non solo si esibivano attori, ma talvolta lo stesso poeta. Ora è possibile ammirare da qui la meravigliosa Isola del Garda, il monte Baldo, la penisola di Sirmione e la suggestiva Rocca di Manerba. Lo sapevi che lo stesso Maroni si recò a Pompei per studiare la struttura del Teatro Grande e per dare all’amico ciò che desiderasse?

Il cimelio forse più suggestivo è l’immensa nave Puglia, regalata al poeta dalla Marina Militare. Avete capito bene, qui potrete visitare una vera barca incastonata all’interno del parco.  Visto le difficili operazioni per trasportare questa imbarcazione nel punto in cui si trova e per indirizzarla simbolicamente verso l’Adriatico e la Dalmazia, merita sicuramente una visita!

Per questo luogo però una nave militare non era abbastanza, per questo sono stati portati anche l’aereo SVA e il motoscafo antisommergibile MAS 96.

Alla sommità del Vittoriale si trova il Mausoleo, monumento che ospita la tomba del Vate e che offre una splendida vista direttamente sul lago.

Lo scorso anno questo luogo da visitare sul lago di Garda ha compiuto cento anni. È molto più di una casa, molto più di un museo: è il simbolo dell’orgoglio italiano.


Tre cose da vedere a Gardone Riviera
Credits: Harry Fabel

2. Lungolago d’Annunzio

A proposito del Vate, avreste mai pensato di poterlo scorgere seduto su una panchina intento a leggere un libro? Nell’incantevole lungolago D’Annunzio questa particolare opera in bronzo a grandezza naturale catturerà sicuramente la vostra attenzione.

In questa tranquilla e romantica passerella ricca di negozi, bar e ristoranti verrete accarezzati da una gradevole brezza lacustre.

Location perfetta per prendere un gelato, fare un aperitivo oppure una elegante e romantica cena.

La magia che si respira è data dal tocco dell’architetto paesaggista Paolo Bürgi. Tutto è curato nei minimi dettagli, sarete circondati da oleandri, aranci e rose che alimenteranno il senso di pace che caratterizza questo luogo.

Punto di ritrovo serale, sia per turisti che per residenti, diventa un salotto dove assistere ad eventi culturali e musicali, visitare esposizioni e mercatini.

La vista è mozzafiato; è possibile ammirare il maestoso Monte Baldo e volgere lo sguardo verso l’Isola del Garda e la rocca di Manerba. Poi questo si perderà verso le opposte sponde venete.

Da qui è molto facile raggiungere il porto principale di Gardone, dove partono i vari traghetti che permettono di spostarsi per visitare le altre meravigliose città qui intorno. Il traghetto, infatti, è una valida opzione per visitare il lago; rende anche il viaggio più pittoresco.

Dal porto partono anche le varie escursioni, come per esempio il tour per l’Isola del Garda. Questa, infatti, è visitabile solo tramite piccole imbarcazioni, motivo per cui vengono organizzati da aprile ad ottobre dei tour esclusivi per conoscere le bellezze di questo luogo. Se ti interessa scoprire qualcosa di più di questa perla indiscussa, clicca qui (link) per leggere tutte le curiosità e i modi per raggiungere questo incanto.

Gardone Riviera è tra i luoghi da visitare sul Lago di Garda ma non è incentrata solo su Gabriele D’Annunzio e la sua inimitabile vita. Scopriamo insieme l’ultima tappa che secondo me non può mancare nelle tre cose da vedere a Gardone Riviera!


Il Giardino botanico André Heller
Credits: Sail over 

3. Il Giardino botanico André Heller

Vi siete mai chiesti perché Gardone è considerata una città-giardino? Ora ti racconto la numero 3 delle tre cose da vedere a Gardone Riviera!

All’inizio del ventesimo secolo, in un momento di particolare prestigio turistico, sono state realizzate diverse aree verdi. Tra questi anche il parco del medico-dentista Hruska, predecessore del Giardino Botanico Andrè Heller. Il filo rosso che collega le due personalità è l’amore per i viaggi, oltre che la passione per i giardini. Infatti, i ricordi delle loro visite in zone lontane si accumulano nel clima unico del lago di Garda.

Arturo Hruska, a servizio degli Zar, una volta lasciata l’Austria e trasferitosi a Gardone, si innamorò di questi luoghi e decise di creare qui il suo personale giardino botanico terrazzato a vigneto. Solo nel 1988 l’austriaco Andrè Heller acquistò il terreno arricchendolo con opere d’arte contemporanea ed effetti scenografici sorprendenti ma allo stesso tempo perfettamente in equilibrio con il paesaggio naturale.

Gardone di Sotto e Gardone di Sopra sono collegate da questo spazio pieno di fascino.

Per gli amanti della natura questo è il paradiso. Qui potrete trovare un percorso straordinario tra giardini giapponesi, ruscelli, grotte, ninfee, laghetti artificiali ed aree rocciose. Avrete l’impressione di fare un viaggio attorno al mondo grazie alle tantissime e diverse famiglie di specie botaniche. Africa, Sud America, Asia, Europa ed Australia sono intessute le une nelle altre, presentando una raccolta floreale a carattere continentale davvero eccezionale. Ciò che la rende ancora più inestimabile è il fatto che ogni specie è calata nel proprio ambiente naturale.

Non solo potrete rilassarvi facendo una piacevole passeggiata, ma avrete anche l’occasione di imparare grazie alle varie targhette che definiscono il nome scientifico di ogni pianta, fiore e roccia.

Le parti artificiali del giardino sono state realizzate con una cura tale da sembrare autoctone. Come la parte rocciosa che è stata ricreata con rocce dolomitiche e granitiche, con gole, dirupi, crepacci e ruscelli e che ospita una flora montana. Enormi felci come l’Osmunda Regalis, boschi di bambù, bellissime Primule del Tibet e Iris di ogni colore crescono all’ombra di grandi alberi di Cryptomeria japonica. Questi si colorano ogni anno di rosso, rendendo questo posto decisamente uno dei tre luoghi da vedere a Gardone.

Questo giardino non smetterà di sorprenderti. Ti regalerà l’occasione di sentirti in Giappone, con un tradizionale giardino con il suo ponticello, vicino al quale fiorisce una bellissima rosa banksiae a fiori gialli. Colorate carpe e piante acquatiche vivono nei piccoli stagni, arricchiti da fontane, giochi d’acqua e cascatine tipiche del paesaggio nipponico.

Infine, all’interno del giardino si potranno ammirare sculture indiane e marocchine e installazioni di Roy Lichtenstein, Susanne Schmögner, Mimmo Paladino e Keith Haring.


EVENTI

Per chiudere il mio articolo sulle tre cose da vedere a Gardone Riviera vi darò ora qualche indicazione sugli eventi che potete trovare qui.

La città è ricca di eventi di vario tipo durante tutto l’anno, anche se come potete immaginare si concentrano principalmente nel periodo estivo. Alcuni sono ciclici e si ripetono ogni anno, ogni mese o ogni quattro. Altri sono legati al patrono della città, San Michele.

La festa patronale, infatti, si festeggia il 26 settembre e per l’occasione trovi anche dei bellissimi mercatini nel centro della città. Ma i mercatini si possono visitare anche durante il corso dell’anno. In alcune date prestabilite di ogni mese, infatti, dalle 9 alle 23, il lungolago d’Annunzio è brulicante di bancarelle con articoli di antiquariato, artigianato e modernariato.

Sempre sul lungolago d’Annunzio e a Gardone di Sopra sono organizzate anche piacevoli serate musicali, perfette per contemplare la meravigliosa vista accompagnati da dolci note musicali.

Durante il corso dell’estate trovi eventi musicali di vario genere, ubicati solitamente nel Palazzo Wimmer, nel palazzo del Vittoriale oppure in piazza Marconi.

Concludiamo con quella che, probabilmente, è la programmazione più illustre dell’estate bresciana: il festival musicale “Tener-a-mente”. Non solo questo evento è classificato come maggiormente di spicco sul lago di Garda, ma anche a livello italiano.

Il Festival si svolge nell’anfiteatro del Vittoriale degli Italiani e nel suo meraviglioso parco, eletto nel 2012 “Parco più bello d’Italia”. Un luogo sospeso tra arte, cultura, natura e bellezza.

Tante personalità di spicco e tanti grandi nomi della musica nazionale ed internazionale si esibiscono all’interno dell’Anfiteatro e nel bellissimo Laghetto delle Danze. Una serie di concerti, anteprime nazionali, spettacoli ed eventi che si contraddistinguono per qualità e avvenirismo vi accompagneranno per un mese.  

I miei consigli sulle tre cose da vedere a Gardone Riviera si concludono qui. Sono sicura che questo paese catturerà anche il vostro cuore e avrete modo di capire perché è uno dei principali luoghi da visitare sul Lago di Garda.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.