Tre cose da fare a Borghetto

IL BORGO DEI MULINI AD ACQUA

Vicino al Lago di Garda c’è un borgo che per la sua maestosità è inserito nel Club dei Borghi più Belli d’Italia.  È un piccolo borgo medievale rimasto praticamente inalterato negli anni ed è da visitare assolutamente almeno una volta nella vita!

In questo articolo ti parlerò di tre cose da fare a Borghetto.

Ma prima di iniziare, ecco qualche informazione generale sulla storia di questo luogo da vedere sul Lago di Garda.

Alcuni resti indicano che probabilmente il primo insediamento umano è avvenuto durante l’età del Ferro.

Il primo nucleo abitato, però, risale all’epoca Longobarda. Tra le persone che vivevano lì, c’era anche l’ufficiale di dogana che si occupava di riscuotere le tasse per l’attraversamento del Fiume Mincio. L’unico modo possibile per farlo era a piedi attraverso il guado.

Dopo l’arrivo degli Scaligeri, iniziò la costruzione di un ponte di legno e di un sistema fortificato di cui potrai vedere la torre merlata. Più avanti hanno costruito anche una diga che ha modificato il corso del fiume e reso impossibile attraversarlo a piedi.

Il borgo passa poi alla Repubblica di Venezia e in quel periodo inizia l’attività di macinazione dei cereali e riso. Questo ha avuto un grande impatto sull’aspetto del borgo. Ancora oggi, infatti, sono visibili i numerosi mulini a ruota mentre cammini per i vicoli del centro.  

Borghetto passa poi al Regno Lombardo-Veneto, successivamente viene diviso tra Austria e Italia ed infine entra a far parte del Regno d’Italia.

Ad oggi, Borghetto sul Mincio è la frazione più conosciuta di Valeggio sul Mincio sul confine tra Veneto e Lombardia.

Tre cose fare a Borghetto
Credits: Emmego

TRE COSE DA FARE A BORGHETTO IN UNA GIORNATA

Innanzitutto vediamo come raggiungere il borgo.

Se sei in auto, puoi arrivare a Valeggio sul Mincio e poi seguire le indicazioni per Borgetto che dista solo un chilometro. Fuori dal centro della frazione troverai alcuni parcheggi ed aree sosta camper.

Invece, se arrivi con i mezzi pubblici puoi prendere l’autobus ATV 479. Ricorda, però, che questa linea è solo estiva. In alternativa, ci sono autobus da Mantova e dal Lago che circolano tutto l’anno, come la linea 46 di APAM che parte da Peschiera del Garda.

Turisti da tutta Italia e tutta Europa vengono a visitare Borghetto sul Mincio. Se ti trovi nei dintorni non perderti questo luogo da visitare sul Lago di Garda, perché sicuramente ti lascerà a bocca aperta!

Ma approfondiremo questo punto tra poco, prima voglio parlarti di due strutture che caratterizzano questo posto.    

1. PONTE VISCONTEO E PONTE SAN MARCO
2. CENTRO STORICO DI BORGHETTO
3. DELIZIA IL TUO PALATO
EVENTI

Ponte Visconteo
Credits: Gianni Crestani

1. PONTE VISCONTEO E PONTE SAN MARCO

Borghetto è interamente avvolto dal Fiume Mincio e due sono i suoi ponti principali: Ponte San Marco e il Ponte Visconteo.

Inizio con il parlarti di Ponte San Marco perché se arrivi da Valeggio entrerai nel borgo da lì. Si tratta di un piccolo ponticciolo di legno vicino alla Chiesa di San Marco Evangelista.

Mentre lo attraversi potrai vedere anche la statua di San Giovanni Nepomuceno, il santo patrono dei fiumi e dei ponti.  Secondo la leggenda, il Santo protegge dall’annegamento coloro che cadono nelle acque del fiume.

Il ponte di legno è molto caratteristico e adornato con vasi di fiori durante tutto il periodo dell’anno. Non dimenticare di attraversarlo durante la tua vacanza in questo luogo da vedere sul Lago di Garda.

Una volta sul ponte, se dai un’occhiata alla tua destra potrai ammirare l’imponente Ponte Visconteo e le piccole cascate che si formano nel fiume.

Una passeggiata sul Ponte Visconteo è sicuramente una delle tre cose da fare a Borghetto il punto d’interesse più maestoso del borgo. Le persone del luogo lo chiamano anche “Ponte Lungo” e viene utilizzato ancora oggi per attraversare il borgo in auto.

Costruito nel 1393 per il volere del duca di Milano, Gian Galeazzo Visconti, è lungo 650 metri, largo 21 e si trova a 9 metri d’altezza dal Mincio. Il ponte era una diga che serviva per far deviare il fiume. All’epoca, inoltre, delle mura merlate lo collegavano al Castello Scaligero di Valeggio di cui puoi vedere le torri mentre cammini sul ponte.


2. CENTRO STORICO DI BORGHETTO

Una volta passati i due ponti che delimitano il borgo, non ti resta che fare una passeggiata all’interno del centro storico.

I mulini, le piccole cascate, i negozietti di artigianato e i ristoranti sono gli elementi caratteristici di Borghetto sul Mincio. Perditi trai vicoli con il rumore dell’acqua in sottofondo e osserva tutti gli scorci da cartolina del centro.

Nel borgo potrai vedere tre mulini ad acqua ben conservati e ancora funzionanti. Di fianco ad uno di essi c’è l’Angolo degli Innamorati: una ringhiera con appesi centinaia di lucchetti colorati.

Ci sono anche altri vecchi mulini in giro per il borgo ma non così bene conservati. In alcuni è anche possibile visitarne l’interno per osservare come grazie alla forza dell’acqua si riusciva a macinare i cereali.

Già che ci sei, fermati a bere uno Spritz in qualche bar o a mangiare un gelato seduto su una panchina mentre osservi il fiume. E mi raccomando, non dimenticarti di scattare tante foto!

Lascia la tua impronta in questo luogo da vedere sul Lago di Garda e appendi anche tu un lucchetto alla ringhiera! Scrivici sopra con un pennarello indelebile così se tornerai una seconda volta potrai riconoscere il tuo.


Tortellini di Valeggio sul Mincio
Credits: Massimo Telò

3. DELIZIA IL TUO PALATO

L’ultima cosa che ti consiglio tra le tre cose da fare a Borghetto non può essere altro che assaggiare i famosi tortellini!

I tortellini di Valeggio, in dialetto chiamati anche agnolini sono sicuramente da assaggiare durante la tua visita al borgo. Buonissimi da mangiare con del brodo fatto in casa o asciutti, sicuramente in tutte le famiglie del posto c’è qualcuno capace di farli. Infatti non mancano mai in tavola durante le feste, come ad esempio per il Cenone della Vigilia.

Vengono chiamati anche Nodo d’Amore perché sono legati alla leggenda della ninfa Silva e del capitano Malco. Essa narra che i due amanti lasciarono sulle rive del Mincio un drappo di seta giallo annodato come segno del loro amore.

La ricetta di questi tortellini prevede di avvolgere la carne brasata (manzo, maiale, vitello e pollo) in una sottile sfoglia dorata. Successivamente cuocerli in acqua e condirli con quello che più ti piace.


EVENTI

Per arricchire un po’ la tua visita, aggiungi alla lista delle tre cose da fare a Borghetto anche qualche evento.

Quello principale è sicuramente la Festa del Nodo d’Amore. Tutti gli anni il terzo martedì di Giungo viene preparata una lunga tavolata sul Ponte Visconteo per più di 3000 persone. Tutto l’evento gira intorno al Nodo d’Amore: durante la serata vengono serviti tortellini fatti a mano insieme ad altri prodotti tipici del luogo.

Al termine della serata, poi, ci sarà della musica e i fuochi d’artificio.

Il secondo evento di Borghetto è durante il periodo natalizio. Tutto il borgo si riempirà di magia e luci d’orate. Accanto al Ponte San Marco c’è una sequoia gigante alta trenta metri che ogni anno viene illuminata con 6000 lampadine durante la cerimonia di accensione della sequoia.

Ed ecco finito il tuo tour in questo luogo da vedere vicino al Lago di Garda considerato uno dei Borghi più belli d’Italia. Spero di esserti stata utile, e se vuoi proseguire la tua vacanza cerca sul nostro sito l’articolo dedicato a Valeggio sul Mincio!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.