Cosa fare a Parco Natura Viva

Parco natura viva: la salvezza per tante specie

Parco Natura Viva è molto di più di uno semplice zoo. La preservazione della biodiversità e delle varietà animali in via d’estinzione è il suo più importante obiettivo. Ed è per questo che il parco, prima di tutto, si definisce come un vero e proprio centro di tutela faunistica.

L’educazione ambientale viene trasmessa a tutti coloro decidano di dedicare il loro tempo per fare conoscenza con gli splendidi “amici” che abitano al suo interno.

Con più di 200 specie accolte e monitorate costantemente ogni giorno, l’itinerario percorribile all’interno del parco può durare fino alle 4 ore. Esso è suddiviso in due parti: la zona Faunistica, dove si trova più del 90% della fauna; e la zona Safari, percorribile in auto.

Le specie provengono da ogni parte del mondo, tanto che i sentieri che percorrono il parco sono nominati come i cinque continenti. Dal ghepardo africano, alla tigre siberiana, fino ad arrivare ad alcune aree speciali come Borealia, dove potrai ammirare anche la magnifica renna.

Ogni singolo essere vivente che potrai trovare sul percorso ha qualcosa che lo rende unico.
Dunque, cosa fare a Parco Natura Viva? Scopriamolo insieme, ma non prima averti dato qualche indicazione fondamentale per la tua visita!

Come arrivare al parco e altre informazioni utili

Parco Natura Viva è facilmente raggiungibile in auto, impostando sul navigatore “Località Quercia – Bussolengo (VR)”. Se sei invece interessato allo spostamento con mezzi pubblici, ci sono ben due linee di pullman ATV che lo collegano con le zone limitrofe.

La linea 163 ATV connette Garda e la Stazione di Verona Porta Nuova, passando per il parco. Altrimenti, per chi proviene da Affi o da Borghetto, la linea da considerare è la 479 ATV. Puoi consultare orari e tariffe direttamente sul loro sito.

Avrai certamente percepito come la sicurezza e la salute degli animali che popolano il parco sia fondamentale, ma lo è anche la tua!

Ti ricordiamo una precisazione importante se vorrai venire a trovare i suoi teneri e simpatici ospiti, a partire dal 6 agosto 2021. Come previsto da decreto, sarà necessario, per i maggiori di 12 anni, possedere il Green Pass per accedere all’ingresso del parco faunistico. È sempre possibile, oltre a dimostrare di aver effettuato la prima dose di vaccinazione, anche effettuare un test rapido nelle 48 ore precedenti. È accettato anche l’attestato di guarigione dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

Ma, oltre alla conservazione della specie, ci sono altri fini altrettanto importanti, che fanno del parco uno dei luoghi da visitare sul Lago di Garda.

Cosa fare a Parco Natura Viva
Credits: Cesare Avesani Zaborra

Tra ricerca e scopo didattico: viva la biologia!

Oggi, tra le modalità con cui si può aiutare il parco nel suo ammirevole lavoro, non solo è possibile adottare un amico in via d’estinzione. Il parco, volendo interagire il più possibile con il visitatore, ha realizzato appositamente una serie di progetti a scopo didattico.

Dalla semplice donazione, si passa alle giornate di “aula all’aria aperta”, per avvicinare anche i più piccoli alla biologia e allo studio del microambiente. Ogni anno, in aggiunta, è organizzato un centro estivo per trasmettere ai ragazzi l’amore per la natura e per gli animali.

Sono inoltre predisposte, periodicamente, delle giornate per gli insegnanti; che possono così approfondire tante diverse tematiche da far conoscere ai propri studenti.

Altro pilastro importante su cui si basa la mission di Parco Natura Viva è la ricerca. Di giorno in giorno, il bacino di dati e conoscenze a supporto dei programmi di conservazione viene arricchito, e questo per un unico fine. Quale? Garantire sempre il massimo benessere ambientale e fisiologico delle creature che vengono ad abitarvi, e di quelle che vengono alla luce dalle rispettive mamme.

Continua a leggere, di seguito potrai scoprire le ultime curiosità su uno dei più particolari luoghi da visitare sul Lago di Garda.

Ma cosa fare a Parco Natura Viva, in particolare, per rendere speciale la tua visita?
La risposta può essere trovata consultando la newsletter del sito web del parco, che ora andremo a sbirciare per darti qualche suggerimento!

Cosa fare a Parco Natura Viva
Credits: Parco Natura Viva

Le ultime novità: cosa vedere e fare a parco natura viva

Non solo giganti: alla nuovissima House of Giants ti aspettano numerose specie animali che hanno la caratteristica di essere piccolissime, rispetto ai loro “parenti” originali.

Mai visto un coccodrillo nano? O una lontra gigante? Qui potrai fare esperienza di creature che probabilmente non rivedrai mai più nella tua vita. E sarai sorpreso dal venire a conoscenza che i draghi esistono: il drago di Komodo ne è la prova.

L’House of Giants la puoi trovare subito dopo Amazonas, la voliera dei pappagalli. Ma nel percorso ricordati di fermarti soprattutto in alcuni reparti, come quello degli ippopotami e dei panda rossi.

Quest’anno, infatti, è stato reso ancor più gioioso dalla nascita di alcuni piccoli di queste due affascinanti specie. In particolare, sul sentiero d’Africa, il primo che troverai entrando al parco, potrai scorgere l’ultimo nato di Camilla, ippopotama mamma ora di ben quattordici figli.

Ma ci sono delle cose che accadono a Parco Natura Viva e in nessun altro luogo in Italia, che lo rendono ancor più un luogo da visitare sul Lago di Garda.

Proseguendo verso la zona dell’Asia, ti imbatterai in mamma Tia, panda rosso che ha appena dato alla luce tre figli. Tra l’altro, gli unici panda rossi nati in Italia quest’anno!

Oltre a loro, tramite gli osservatori appositi, potrai ammirare la incantevole siberiana Luva e i suoi tre neonati tigrotti. Krai, Zov e Alina sono stati accolti con gioia, anche perché la specie non nasceva in Italia dal lontano 2004.

Non potrai invece più vedere la gipeta Eglazine, ma questo per un motivo del tutto positivo! L’animale, lo scorso anno, ha spiccato il suo primo volo; liberandosi nella natura incontaminata: è stata l’unica gipeta italiana reintrodotta nell’ambiente nel 2020.

Infine, una menzione speciale va in ricordo di Judi, la scimpanzé più anziana d’Europa, che ci ha lasciato pochi giorni fa. Davidino, lo scimpanzé dominante, è stato l’amico a cui ha rivolto l’ultimo saluto; ma Judi sarà sempre una colonna fondamentale della storia del parco.

Quel che è certo, è che a Parco Natura Viva le novità sono all’ordine del giorno. Affrettati a venir ad esplorare con chi vuoi uno tra i più sorprendenti luoghi da visitare sul Lago di Garda!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.