15 luoghi da visitare sul Lago di Garda

Avete deciso di concedervi qualche giorno di vacanza e come meta avete scelto il Lago di Garda? Bene, ottima scelta! In questo articolo ti parlerò dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda!

Sicuramente vi sarete accorti che il lago è molto grande, per l’esattezza, con una superficie di 370 km², è il più grande d’Italia. Le sue sponde appartengono a ben tre regioni: Lombardia, Veneto e Trentino alto Adige.

Abitate fin dall’età del bronzo portano traccia delle diverse dominazioni subite nel corso della storia.Anticamente infatti il lago era chiamato Benàco, da bennacus, termine celtico che rimanda alla configurazione geografica del lago: “dai molti promontori” oppure “cornuto”.

Successivamente a partire dal VIII secolo prese il nome di Garda quale evoluzione della parola germanica warda, “luogo di guardia”. La presenza della famiglia della Scala sul territorio nel XIII è tuttora visibile dai diversi castelli costruiti sulle sponde nei punti più strategici del lago.

Senza dubbio è però la dominazione della Serenissima Repubblica di Venezia ad aver lasciato un’impronta indelebile.

Curioso da sapere è che il lago ha ben 25 immissari, fra i quali l’Aril, il fiume più breve del mondo, lungo solamente 175 metri. L’unico emissario invece è il fiume Mincio.

Data la sua vastità presenta diversi paesaggi a seconda delle varie zone e moltissime cose da fare e vedere.

Tra le sue sponde sorgono innumerevoli città interessanti e borghi con maestosi castelli. Non mancano i punti panoramici con vista sul lago raggiungibili con percorsi a piedi o in bici. Le spiagge del lago di Garda sono ideali per una sosta di relax ed un bagno, ma anche per una bella passeggiata e diversi sport acquatici. Poi come dimenticare i parchi della sponda veronese, un’area di divertimento per tutti, grandi e bambini.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma non temere! In questa guida troverai 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda, una selezione dei posti che proprio non puoi perdere.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma non temere! In questa guida troverai 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda, una selezione dei posti che proprio non puoi perdere.

1. VITTORIALE DEGLI ITALIANI
2. PUNTA SAN VIGILIO
3. RIVA DEL GARDA
4. MONTE BALDO
5. SIRMIONE
6. LIMONE DEL GARDA
7. ISOLA DEL GARDA
8. GARDALAND
9. CANEVA WORLD
10. ROCCA DI GARDA
11. BORGHETTO – SIGURTÀ
12. MARMITTE DEI GIGANTI – TORBOLE
13. PONTE TIBETANO DI TORRI – SAN ZENO
14. ROCCA DI MANERBA
15. LIMONAIA DI PRA DELA FAM DI PORTO TIGNALE

1. VITTORIALE DEGLI ITALIANI

Nella lista dei 15 luoghi da visitare sul lago di garda non poteva mancare il Vittoriale degli Italiani, situato sulla sponda occidentale del Lago di Garda a Gardone Riviera.

Il complesso, eretto a partire dal 1921 su volere di Gabriele d’Annunzio, è composto da diversi edifici, un teatro all’aperto e magnifici giardini.

Ora trasformato in casa-museo del famoso poeta dalla Fondazione del Vittoriale. La quale si impegna a raccontare la sua vita, le sue imprese, le sue opere, il suo incontenibile amore per la vita.

Solo visitando il grande complesso monumentale si riesce a capire quanto complessa e affascinante fosse la personalità di Gabriele d’Annunzio.

Pensa che durante la visita alla casa attraverserai la Stanza del Mascheraio, riservata esclusivamente agli ospiti sgraditi che d’Annunzio faceva attendere per ore prima di riceverli. Un empio? Benito Mussolini pare rimase li in attesa per più di due ore!

Nel complesso, nato dal genio di questo grande uomo insieme al suo amico architetto Maroni, sono esposte anche diversi cimeli di guerra. Ricordo delle imprese compiute da d’Annunzio. Tra questi i più originali sono l’aereo biposto personalizzato e il motoscafo antisommergibile.

I giardini con i loro corsi d’acqua e fontane hanno mantenuto intatta la bellezza pensata da d’Annunzio e il suo gusto scenografico ed eccentrico.

Al loro interno sorge il maestoso teatro all’aperto progettato su esempio del teatro romano di Pompei. Il teatro ora nei mesi estivi ospita concerti e spettacoli di grandi artisti.

Il Vittoriale degli Italiani è anche il luogo dove Gabriele D’Annunzio trascorse l’ultimo periodo della sua vita.

Ora sepolto nel Mausoleo per lui costruito dall’architetto Maroni sulla sommità del parco.

La facciata porta scritto il motto “Memento Audere Semper”(ricordati di osare sempre) frase che senza dubbio ha spronato D’Annunzio nella realizzazione di questo magnifico complesso.


Garda
Credits: Paolo Tralli – @paolotrl

2. PUNTA SAN VIGILIO

Il secondo dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda è senza ombra di dubbio uno dei luoghi più romantici di tutto il lago, Punta san Vigilio è un piccolo gioiello imperdibile.

La penisola è un’oasi di quiete dall’atmosfera magica, la cui bellezza è famosa in tutto il mondo. Non a caso ha ospitato grandi personaggi e celebrità in cerca di quiete e tranquillità. Tra questi possiamo elencare: Napoleone, lo Zar Alessandro II, Winston Churchill, il regista Laurence Olivie e il principe Carlo di Inghilterra.

Anche il poeta Goethe, colpito durante il suo viaggio in Italia, raccontò della sua bellezza. Scrivendo: “Quanto vorrei che i miei amici fossero per un attimo accanto a me e potessero godere della vista che mi sta dinnanzi!”

Potrai raggiungere facilmente Punta San Vigilio a piedi da Garda seguendo il lungolago oppure in auto prendendo la strada Gardesana.

La penisola è di proprietà privata della famiglia Guarienti di Brenzone ma è comunque possibile accederci.

Attraversando il lungo viale di cipressi ti troverai di fonte la bella Villa Guarienti. La Villa Cinquecentesca, con un curato giardino all’italiana, si affaccia direttamente sulle acque del Lago. Location romantica e perfetta per eventi e ricevimenti.

Proseguendo per il selciato e attraversando un piccolo arco d’ingresso ti troverai di fronte al porticciolo. L’accesso è sancito da una lapide con un’iscrizione che invita ad abbandonare ogni affanno prima di entrare.

Una volta li si aprirà davanti ai tuoi occhi una meravigliosa vista sul golfo di Salò e la rocca di Manerba.

Per godere dello spettacolare paesaggio potrai fermarti per una breve sosta alla taverna, piccolo e accogliente bar ristorante a ridosso del porticciolo.

Sulla penisola è anche possibile trascorre una notte elegante e romantica all’holtel annesso alla villa.

Un’altra perla di Punta san Vigilio è la poco distante Baia delle Sirene, una piccola spiaggia immersa tra gli ulivi con acqua cristallina.

Il momento migliore per vedere Punta san Vigilio? Sicuramente al Tramonto, per una passeggiata in questo scenario romanico o un aperitivo con vista sullo spettacolare paesaggio.


CINQUE LUOGHI DA VEDERE A RIVA
Credits: Paolo Tralli – @paolotrl (IG)

3. RIVA DEL GARDA

Riva del Garda è la seconda città più grande del lago di Garda e si trova a Nord, incastonata tra la sponda trentina e le dolomiti.  

Circondata da uliveti e limoni, è un luogo che offre mille opportunità di intrattenimento e soddisfa ogni interesse. Immancabile una visita al piccolo centro storico con le numerose stradine pittoresche che portano a Piazza III Novembre. Qui all’angolo orientale si erge la Torre Apponale con in cima il piccolo angelo segnavento “Anzolim”, simbolo della città. Con i suoi 34 metri di altezza offre una vista mozza fiato sul lago, solo però se si salgono i 170 gradini che portano alla cima!

Per gli amanti della storia (ma non solo) i luoghi da non perdere sono due.

Primo il Bastione, la fortezza di pietra che sovrasta la città. Raggiungibile con una passeggiata di 15/20 minuti dal centro storico o il nuovissimo ascensore panoramico.

Secondo il Mag, Museo Alto Garda situato in un antico castello medioevale conosciuto come la “Rocca”. IL museo racconta con reperti archeologici e dipinti la vita intorno al lago in passato. Le sale del castello ospitano spesso anche diverse mostre temporanee.

Appassionati di trekking e camminate?

Per una passeggiata nella natura, il parco delle Cascate del Varone ti stupirà con grotte e salti d’acqua spettacolari.

Altra camminata possibile con partenza da Riva è quella per il Canale di Tenno, un piccolo borgo medievale annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Poco distante si trova l’omonimo lago famoso per il particolare color turchese delle sue acque. Il borgo è anche il punto di partenza di diverse escursioni trekking, come quella al rifugio San Pietro oppure il Gardatrek, un itinerario per rifugi di più giorni.

Per chi ama scoprire i territori del lago in bicicletta, consigliamo la strada del Ponale che collega Riva del Garda alla Val di Ledro. Un meraviglioso percorso panoramico, percorribile anche a piedi, che vi regalerà scorci suggestivi e paesaggi mozzafiato.

Nella valle di Ledro potrete trovare l’omonimo Lago famoso per il ritrovamento di un’estesa area di palafitte che dal 2011 è diventato Patrimonio Unesco. Il lago è balneabile ed in estate, è ideale per praticare diversi sport d’acqua e la pesca. Le sue acque inoltre alimentano la Centrale Idroelettrica di Riva del Garda.

I più avventurosi saranno contenti di sapere che nei dintorni di Riva non mancano le vie ferrate, ne potrete trovare di ogni difficoltà.

Le acque di Riva del Garda invece sono il luogo ideale per le escursioni in vela o le sessioni di snorkeling.

Mentre la vicina Torbole, grazie ai suoi venti quotidiani, permette di fare kitesurf e windsurf.

Per i buongustai invece nei ristorantini sul lungolago a riva si possono assaggiare tutti i patti tipici della tradizione trentina. Senza dimenticare l’olio extravergine del Garda dop. Prodotto con gli uliveti più a nord del mondo!


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: Hans

4. MONTE BALDO

Il Monte Baldo è il più ad occidente dei rilievi delle Prealpi venete, si trova infatti per tre quarti in territorio veronese e per il resto in territorio trentino. Un massiccio montuoso unico e fiero, come il suo nome, che si estende per oltre 30km stretto tra la Valle dell’Adige ed il Lago di Garda.

La scarsa presenza dell’uomo nella zona ha lasciato il territorio incontaminato e favorito lo sviluppo di numerose specie di piante e fiori. A tal proposito merita una visita l’orto botanico del Monte Baldo, dove potrai ammirare una serie di esemplari autoctoni.

Il monte, oltre ad avere un elevato interesse naturalistico, offre l’opportunità di svolgere innumerevoli attività outdoor. Dall’escursionismo, alla mountain bike, all’equitazione, senza dimenticare il volo libero. Per questo motivo immancabile tra le 15 cose da visitare sul Lago di Garda.

Dalla sommità del monte infatti è possibile discendere in parapendio e godere della meravigliosa vista. La stessa che i diversi rapaci della zona hanno la fortuna di vedere ogni giorno.

Se non sei così avventuroso e sportivo ma vuoi comunque ammirare il panorama più bello del Lago di Garda, non temere. Da Malcesine parte la Funivia 360° del Monte Baldo che con una risalita panoramica ti permetterà di arrivare in vetta.

Se non sei così avventuroso e sportivo ma vuoi comunque ammirare il panorama più bello del Lago di Garda, non temere. Da Malcesine parte la Funivia 360° del Monte Baldo che con una risalita panoramica ti permetterà di arrivare in vetta.

Consigliamo di andare in una giornata limpida per apprezzare a pieno della vista sull’intero lago, che si estende oltre le colline moreniche fino alla Pianura Padana.

Di ritorno dal Monte Baldo prenditi un po’ di tempo per una visita alla bella Malcesine. Il piccolo borgo di origine medioevale si estende con vicoletti e piazzette ai piedi del maestoso castello Scaligero. Fortezza di indiscussa bellezza aperto alle visite e alle celebrazioni nuziali.

Inoltre, da Malcesine partono numerosi sentieri e itinerari per escursioni a piedi sul Monte di tutte le difficoltà, da facili passeggiate a trekking più impegnativi.

Per scoprire ancora meglio tutte le bellezze del Monte Baldo fai una visita al museo di storia naturale del castello di Malcesine. Troverai attente descrizioni e riproduzioni della flora e fauna della zona e capirai quanto sia ampia e variegata grazie al suo particolare microclima. Il monte infatti spazia da dal clima submediterraneo all’alpino e questo permette la vita presenza di molte specie, in particolare botaniche. Non a caso sul Baldo trovi quasi il 50% di tutta la flora delle Alpi.


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: Federico Prevedello

5. SIRMIONE

Sirmione è una sottile striscia di terra che separa il lato bresciano del lago da quello veneto, luogo che non poteva mancare nella nostra lista. Questa penisola offre panorami mozzafiato e un ricco patrimonio storico e artistico.

La prima cosa che catturerà la tua attenzione all’ingresso a Sirmione è il Castello Scaligero. Con le sue torri merlate, il mastio e le possenti mura ti sembrerà che galleggi sull’acqua in maniera quasi surreale, essendo circondato dal lago.

Il castello è un esempio di fortificazione lacustre tra le meglio conservate e unica nel suo genere. È possibile visitarlo e accedere ai camminamenti di ronda dalla quale godere in un paesaggio magnifico. Anche se il modo migliore per ammirarlo in tutta la sua maestosità è via lago, facendo un tour in barca della penisola.

Superato il castello si apre davanti a te il vivace centro storico, consigliamo una passeggiata tra le strette viuzze in pietra per catturare romantici scatti. Qui troverai diversi negozietti di prodotti artigianali e ristorantini tipici. Preparati a scoprire angoli suggestivi e panorami indimenticabili.

La penisola è conosciuta a livello internazionale per le proprietà curative delle sue acque termali. Concediti un po’ di relax e un pomeriggio di benessere al centro termale di Aquaria che offre diversi percorsi e cure per ogni esigenza.

Sirmione vanta anche numerose e incantevoli spiaggette dove fermarsi a prendere il sole o per fare il bagno nelle acque cristalline del Lago. Inoltre ci sono diverse strutture sportive che affittano attrezzature per praticare sport acquatici.

In Punta alla penisola c’è il parco archeologico delle grotte di Catullo. Il complesso archeologico contiene i resti ottimamente conservati di una domus romana del I sec a.C.  Una visita imperdibile, anche perché è considerato uno tra i più rilevanti esempi di villa romana presenti in Italia del nord.

Sirmione non poteva mancare nella nostra lista dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda. Vuoi conoscere in modo più approfondito questa deliziosa cittadina? Al seguente link trovi tutte le info utili per visitarla!

Sirmione non poteva mancare nella nostra lista dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda. Vuoi conoscere in modo più approfondito questa deliziosa cittadina? Al seguente link trovi tutte le info utili per visitarla!


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: meineresterampe

6. LIMONE DEL GARDA

Con il suo nome evocativo Limone del Garda è per molti la città dei limoni. Località molto apprezzata e conosciuta che sorge sulla sponda bresciana del Lago di Garda. Contrariamente a quello che molti pensano però, devi sapere che il nome della cittadina deriva dal termine limen ovvero confine. Limone infatti si trova proprio al termine del territorio lombardo, prima dell’inizio di quello trentino.

Il modo migliore per raggiungere Limone del Garda? Senza dubbio con una barca o il battello via lago.

Il borgo fu per molto tempo isolato e raggiungibile solo via acqua. La coltivazione degli agrumi nel luogo era molto diffusa, agevolata dal clima mite della zona e un tempo nella città si potevano ammirare diverse limonaie.

Attualmente aperta al pubblico resta la Limonaia del Castel, dove ti consigliamo una visita. Passeggiando tra i colorati e profumati agrumi potrai scoprire tutti i segreti di questa antica tradizione ormai quasi del tutto abbandonata purtroppo.

Ecco spiegato perché passeggiando tra le viuzze di questo magnifico borgo troverai nei molti negozietti souvenir con i limoni in ogni forma.

Un alto posto più curioso dove trovarli rappresentati sono le targhette in ceramica con il numero civico attaccate ai muri delle case del centro. Divertiti a trovarle passeggiando tra le strette vie e le suggestive piazzette dell’antico borgo.

Tappa imperdibile quella alla chiesetta di San Rocco, luogo amato da locali e turisti. Questo punto panoramico che si affaccia sul lago è raggiungibile dal centro salendo una deliziosa scala sempre adornata di piante e fiori tipici del luogo.

Tra le ultime attrazioni realizzate a Limone spicca la ciclovia sospesa sul Garda, diventata una delle tratte da fare assolutamente. Percorribile sia a piedi che in bici si tratta di una passerella in legno di alcuni chilometri aggettante sul lago. Il paesaggio è senza dubbio spettacolare e sia apre sulla sponda veronese dove potrai distinguere chiaramente Malcesine e il Monte Baldo.

Se vuoi concludere la vista con il brivido, l’omonima terrazza a Tremosine fa al caso tuo. Poco distante da Limone infatti si trova questo punto panoramico incastonato nella roccia di un altopiano e facilmente raggiungibile. Da qui potrai godere di una vista sul lago da brividi ed unica.


Isola del Garda

7. ISOLA DEL GARDA

La magnifica isola del Garda, la più grande delle cinque isole del Lago e si trova nella sponda lombarda di fronte a San Felice del Benaco.

È un luogo in cui regnano la natura, l’arte e la bellezza che non poteva non essere inserito nella nostra lista di 15 luoghi da visitare sul lago di Garda.

È un luogo in cui regnano la natura, l’arte e la bellezza che non poteva non essere inserito nella nostra lista di 15 luoghi da visitare sul lago di Garda.

Famosa per il suo fascino incantato e per il susseguirsi di vicende storiche ad essa legata. L’isola è di proprietà privata della famiglia nobiliare Cavazza e ospita la loro residenza circondata da rigogliosi giardini e un piccolo parco naturalistico. Per questo motivo è possibile raggiungere e vedere l’isola solo con le visite guidate che vengono organizzate.

Sull’isola la famiglia è sempre ben disposta e lieta d’accogliere i visitatori per raccontare loro della storia di questo luogo incantato.

Abitata già in epoca romana, passò da essere approdo per i pirati a luogo di preghiera dei monaci.  Molti importanti personaggi nel corso della storia sono stati ospiti di Isola del Garda. San Francesco d’Assisi vi fondò la comunità francescana e Sant’Antonio da Padova si ritirò qui in preghiera. Dante Alighieri nel suo soggiorno ne rimase così colpito da citare l’isola in un suo canto della Divina Commedia. Isola del Garda venne poi reclamata prima da Napoleone Bonaparte e poi da Mussolini che la rese dimora di suo nipote. Solo dopo la Seconda Guerra Mondiale l’isola tornò alla famiglia Cavazza.

Già dal tragitto in barca tra le acque cristalline del Lago vedendo il meraviglioso paesaggio potrai capire perché questa piccola isola è sempre stata così contesa. Arrivando al porticciolo ti troverai di fronte all’ imponente villa in stile neogotico, ricca di sorprendenti particolari architettonici.

Realizzata nei primi anni del ‘900 dall’architetto genovese Luigi Rovelli a immagine del Palazzo Ducale di Piazza san Marco a Venezia.

La guida vi accompagnerà tra sale della residenza dove potrai apprezzare i pregiati ed eleganti arredi e ammirare la bellissima tela settecentesca di Carlo Carloni.

Durante la visita guidata avrete anche il tempo di fermarvi a sorseggiare un aperitivo in terrazza, un’esperienza con vista unica!

Circondano la residenza due giardini fioriti, uno all’inglese e l’altro all’italiana che digradano fino al lago. Molto interessante fare una passeggiata tra questa vegetazione ricca di piante locali, esotiche, fiori unici ed essenze rare.

Il resto dell’isola è coperto da una rigogliosa foresta con piccole grotte di roccia e sculture in cui regna un’atmosfera magica e fiabesca.

Insomma, se vuoi passare una giornata di relax e meraviglia, immerso tra la storia e la natura, Isola del Garda è la meta perfetta.


Gardaland
Credits: Gardaland Plus

8. GARDALAND

E chi dice che tra i 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda non possono essere parchi tematici… E di parchi sul lago ce ne sono alcuni, amati in tutta Europa come Gardaland che meritano una menzione.

Gardaland è uno dei parchi divertimento più grandi d’Italia, visitato nel 2019 da quasi 3 milioni di persone. Si trova in località Ronchi, nel Comune di Castelnuovo del Garda, quasi affacciato sul lago. Un parco dove adulti e bambini possono trascorrere una o più giornate all’insegna del divertimento. Curioso il fatto che il parco sia attraversato dal torrente Dugale, un affluente naturale del lago.

Fu Livio Furini che, nei primi anni 70, concepì per primo l’idea da cui ebbe origine questo maestoso progetto. L’imprenditore veronese prese spunto da una sua visita al parco divertimenti californiano Disneyland. Tornato in Italia decise di inaugurare il 19 luglio del 1975, quello che sarebbe diventato il parco divertimenti più visitato della nazione.

Ebbe subito uno straordinario successo, ma è dal 1984 che il parco spicca il volo, introducendo tante nuove attrazioni, facendosi così conoscere in tutto il mondo. Pensa che nel 2005 la rivista Forbes lo mette al quinto posto tra i parchi divertimento a livello mondiale!

Ma la crescita di Gardaland continua e nel 2004 viene introdotto il magico Gardaland Hotel. Questa mossa porta il parco a diventare il primo a livello italiano ad avere un proprio albergo tematizzato. Un modo per non interrompere la magia una volta usciti dal parco, ma continuare a sognare per tutta la durata della vacanza.

A questo si aggiungono negli anni il Gardaland Adventure Hotel seguito nel 2019 dal Gardaland Magic Hotel. Si parla di due strutture interamente tematizzate in ogni dettaglio che permetteranno agli ospiti di vivere avventure epiche. Dal selvaggio west, ai ghiacciai artici, passando per la giungla misteriosa e atmosfere arabeggianti da mille e una notte. Per non parlare della magica esperienza del regno incantato abitato da maghi e creature magiche.

E le novità non finiscono qui. Qual è a questo punto l’unica cosa che amano grandi e piccini e manca a Gardaland? Gli animali. Ecco che quindi, solo 4 anni dopo l’aggiunta dell’hotel, a completare l’idea di “Resort del divertimento” arriva il Sealife Aquarium. E anche qui non poteva mancare il primato: si tratta del primo aquario italiano interamente tematizzato.

E arriviamo ad oggi, con l’ultima grande novità: il primo Legoland Water Park in Europa!

Il gioco dei mattoncini più famosi al mondo diventa il tema portante di questa nuova area del parco (ben 15 mila metri quadri aggiuntivi). Con giochi d’acqua interattivi, coloratissimi scivoli e tanto divertimento, non ve ne vorrete più andare.

Desideri visitare questo parco? Prenota il tuo biglietto scontato a 39€ al seguente link!


Caneva

9. CANEVA WORLD

Il mondo dei divertimenti Caneva è situato nel Comune di Lazise, sulla sponda orientale del lago di Garda, poco distante da Gardaland park.

Caneva world si compone di un parco divertimenti sul cinema Movieland, un parco aquatico, Caneva Aquapark, e ben tre ristoranti a tema.

Il Mondo Caneva è stato fondato da Alfonso Amicabile, pioniere del divertimento negli anni ‘60 del boom economico ed è tutt’ora proprietà della sua famiglia.

Canevaword si è poi evoluto e modificato negli anni fino a diventare il grande parco di intrattenimento e divertimenti che è ora. Ripercorriamo però insieme le tappe che han segnato il suo percorso e lo han portato al successo.

Nasce nel 1965 come Dancing La Caneva, locale da ballo che come dal nome ricrea l’atmosfera di una vera cantina benacense (caneva in dialetto significa cantina).

In anticipo sui tempi il signor Amicabile lancia il fenomeno del Cabaret nel locale ed ospita artisti ora di successo.

Nel 1975 con l’apertura del club tennistico e la piscina olimpionica coperta, Caneva world si converte da locale notturno a luogo di intrattenimento anche diurno.

È negli anni ‘80 e ’90, quando vengono installati i primi scivoli che Caneva inizia ad essere un vero e proprio parco acquatico. Supersplash è il primo, segue Kamikaze una delle attrazioni ancora adesso più amate. Nasce anche la goccia sorridente, la prima mascotte del parco.

Nel 1996 traendo ispirazione dai parchi degli Stati Uniti viene trasformato in un parco tematizzato, nasce così “Caneva Acqua Paradaise”. Il tema scelto, “isola caraibica” viene realizzato inserendo ampi spazi verdi, palme e legno che rendano l’atmosfera esotica sostituendo le strutture metalliche.

L’anno seguente viene anche aperto il restaurant-show “Medieval Times” unico nel suo genere. Infatti, durante una caratteristica cena medievale i commensali possono assistere ad uno spettacolo affascinante. Gli attori con realistici costumi e armature interpretano valorosi cavalieri, principesse e spadaccini in un torneo con cavalli. Luogo ideale per passare una serata fuori dall’ordinario!

A partire dal 2002 inizia la realizzazione di Movieland, parco dedicato al cinema.

Aperto inizialmente con una sola attrazione, ora il parco ne conta più di 20, uniche al mondo e molte di esse di pura adrenalina.

La più iconica visibile anche da fuori parco è Diabolik, il primo grande Rollercoaster Invertigo in Italia. Si va poi dal percorso su camion “Magma”, al simulatore sottomarino “U-571”, non manca il cinema dinamico “Android 3D” e la caduta libera sulla “Hollywood Tower”.

Imperdibile attrazione è “The Horror House”, la migliore casa dell’orrore in Italia.

Movieland ripropone una suggestiva e realistica ambientazione stile Hollywood per fare sentire ogni visitatore attore protagonista di incredibili avventure per un giorno.

Nel parco si svolgono inoltre ben 10 spettacoli dalle magnifiche scenografie con artisti e costumi eccezionali.

Non manca anche un’area dedicata alle famiglie con bambini la scenografica “Stone Age” e un piccolo ma allegro playground.

Non resta che provare per credere! Raggiungere Canevaworld è molto semplice. Si trova a stretto contatto con le principali vie di comunicazione autostradali, poco lontano dalla stazione ferroviaria di Peschiera e dall’aeroporto Catullo di Villafranca.

Se anche a te piace fotografare e hai scattato fotografie di uno dei 15 luoghi da visitare sul lago di Garda, menzionati in questo articolo, ti invitiamo a mandarcele per un eventuale inserimento!


Rocca di Garda
Credits: Andrea Aiello

10. ROCCA DI GARDA

Un altro luogo da non perdere dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda è la Rocca di Garda.  Il rilievo montuoso a picco sulle acque del lago spesso protagonista nelle foto del panorama del lungolago. Si erge a sud della città di Garda, al confine con il comune di Bardolino.

Un altro luogo da non perdere dei 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda è la Rocca di Garda.  Il rilievo montuoso a picco sulle acque del lago spesso protagonista nelle foto del panorama del lungolago. Si erge a sud della città di Garda, al confine con il comune di Bardolino.

Sulla rocca ebbe sede dell’antica fortezza longobarda da cui deriva il nome della città di Garda (dal germanico Warda che significa fortezza). Dopo il suo periodo d’oro la fortezza venne distrutta e ora non rimangono che alcuni resti delle mura. Quest’ultimi sono visibili lungo il sentiero che dall’Eremo di San Giorgio conduce alla cima della Rocca.

Una passeggiata che consigliamo vivamente di fare, che permette di raggiungere la sommità e godere di una spettacolare vista sul lago.

Il percorso, percorribile sia a piedi che in bici per più allenati, si snoda tra boschi ed uliveti conducendoti in due ore alla cima. Sebbene abbia alcuni tratti leggermente ripidi durante la salita offre degli scorci sul lago unici. Poi la vista, una volta in vetta, ripaga ogni sforzo!

Anche la cittadina di Garda, che da il nome all’intero lago, merita una visita. Antico borgo Medioevale, raccoglie nel centro storico fatto di strette viuzze, piccoli gioielli da non perdere. Tra questi la Pieve di Garda, una delle più antiche in zona, conserva ancora il bel chiostro con loggiato del XV secolo. La trovi accedendo da una piccola porta sul fianco destro della chiesa di Santa Maria Maggiore.

Diverse ville come il Palazzo Carlotti, Villa Albertini, Palazzo Fregoso ed il Palazzo dei Capitani ricordano poi il passato prospero della città. Dovuto anche ai suoi antichi legami con la Repubblica di Venezia.

Sul lungolago non potrai poi non notare palazzo La Losa, con il suo ampio porticato a volta al pianterreno. Costruito per essere una piccola darsena, ospita un loggiato con belvedere al primo piano. 

Uno dei punti più fotografati però è senza dubbio il porto con le tante imbarcazioni che vi sono sempre ormeggiate e la fila di bandiere.

Per la sera, l’ampio lungolago della città ospita molti eleganti ristorantini e bar dove fermarsi a cenare o a sorseggiare un aperitivo al tramonto.


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: Maris Bogdan

11. BORGHETTO – SIGURTA’

Uno dei Borghi più incantati d’Italia è sicuramente Borghetto sul Mincio. Si tratta di una frazione della vicina Valeggio, nella valle delle colline moreniche.

Questo piccolo villaggio, edificato sulle rive del fiume Mincio, riesce fin da subito ad incantare il visitatore, grazie alle sue antiche fortificazioni medievali.

Storia e paesaggio sono ciò che ha reso questo luogo così interessante da meritarne l’inserimento nel Club dei Borghi più Belli d’Italia.

In questo luogo l’armonia tra il passato e la natura è palpabile. Fin dal centro più antico con il caratteristico campanile e i mulini ad acqua, per poi passare al Ponte Visconteo e la straordinaria diga fortificata. Quest’ultima è stata costruita nel 1393 per volere di Gian Galeazzo Visconti, per garantire l’impenetrabilità dei confini orientali del ducato. Il “Ponte Lungo” invece, con i suoi 650 metri di alte cortine merlate, si collega con il famoso Castello Scaligero. Sconvolse la topografia locale, sbarrò per sempre il fiume alla navigazione e ne modificò il corso stesso

Una meta quella di Borghetto sicuramente molto gettonata, specialmente dagli amanti della bici. Si può raggiungere il paese arrivando da Peschiera o da Mantova, semplicemente costeggiando il fiume, godendo quindi della pace e del verde circostante.

Una curiosità interessante è il nome stesso Borghetto, che deriva dal suo toponimo e significa “insediamento fortificato”. Come testimonianza possiamo citare il primo insediamento di rilevanza storica locale, che risale al periodo Longobardo.

Borghetto sul Mincio è un luogo magico dove il tempo sembra essersi fermato, tra mulini ad acqua, mura antiche e giardini fioriti.

E a proposito di questo, se vi trovate in zona non potete non fare un giro all’interno del grande Parco Giardino Sigurtà. (Biglietti scontati al link) Si tratta di un’area botanica che nel 2017 ha vinto il premio come “Secondo Giardino Botanico più bello d’Europa”. Recentemente il “World Tulip Award 2019” e “Miglior Attrazione al Mondo 2020”.

Fu il patrizio Gerolamo Nicolò Contarini che acquistò nel 1407 l’intera proprietà, all’epoca un piccolo brolo cinto da mura. Diventato nel tempo il meraviglioso parco che noi tutti conosciamo.

Nel corso dei decenni la proprietà del parco è passata a varie famiglie: i Guarienti, i Maffei, Maria Paulon, fino ad arrivare ai Sigurtà nel 1941.


Fu con il Dottor Sigurtà che, dopo ristrutturazioni e nuove aggiunte, il parco riuscì a tornare alla sua antica impareggiabile bellezza. Anzi, ne ritrovò una ancora più sfavillante. Il giardino fu ampliato raggiungendo le attuali dimensioni di 60 ettari e vennero inseriti la caratteristica Meridiana Orizzontale e il meraviglioso Labirinto.

Insomma un posto tutto da scoprire, dove ci si può rilassare immersi nelle colorate fioriture, dai famosi tulipani, alle ninfee degli stagni centrali.

Da soli, in coppia, in famiglia o in compagnia, il Parco Giardino Sigurtà regala momenti da non dimenticare.


MARMITTE DEI GIGANTI
Credits: Luisella Pala

12. MARMITTE DEI GIGANTI – TORBOLE

Se stai percorrendo la strada panoramica del lago che collega Nago a Torbole Le Marmitte dei Giganti sono una deviazione imperdibile.

Lasciandosi alle spalle la strada principale e percorrendo un breve sentiero sterrato si raggiunge facilmente questo particolare luogo. Di fronte a te si aprirà un paesaggio del tutto unico, in molti lo paragonano a quello lunare. Grandi cavità con un diametro di 4 o 5 metri e profonde fino a 15 metri sembrano essere comparse in quel luogo in modi misteriosi.

Per lungo tempo non sapendo quale fosse la loro origine si raccontava fossero state realizzate da dei giganti, da qui il simpatico nome.

In realtà queste caratteristiche pareti rocciose sono dei pozzi di origine glaciale. Si sono formati con l’erosione dell’acqua che a seguito della fusione del ghiacciaio scorreva vorticando nei crepacci trascinando la roccia sgretolata.

Nella zona lo scioglimento dei ghiacci ha creato molti altri monumenti naturali da poter ammirare come il salto glaciale, le rocce montonate e striate.

Un altro modo per raggiungere le Marmitte dei Giganti è con una camminata di 30-40 minuti con partenza dal centro di Torbole. Il sentiero panoramico si snoda tra gli ulivi ed è facile da percorrere, non mancano scorci sul lago da immortalare per la loro bellezza.

Se hai intenzione di andare a vederle, ricordati di portare con te una torcia perché è presente anche un tunnel percorribile.

Questo luogo particolare, lungo circa 15 metri, fu abitato in epoca preistorica, come testimoniano i diversi ritrovamenti di frecce e ceramiche.

Inoltre, su una delle pareti rocciose è stata installata una scala in ferro che permette di raggiungere la cima. Una volta raggiunta potrai ammirare una vista spettacolare sul lago di Garda, sull’ultimo tratto del Fiume Sarca e sul Monte Brione.

Benché ancora poco visitati questi pozzi glaciali sono tra i più noti di tutta la catena delle Alpi. Grazie al famoso geologo e paleontologo Antonio Stoppati che dopo anni di studi li ha descritti nella sua opera “Il Bel Paese”.

Siamo quasi arrivati alla fine del mio articolo sui 15 luoghi da visitare sul lago di garda. Sei amante di attività all’aperto? Allore ti piacerà sicuramente il 13o luogo che sto per raccontarti!


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: Andrea Cacciatori

13. PONTE TIBETANO DI TORRI – SAN ZENO

Il ponte tibetano di Torri del Benaco è un’attrazione particolare che abbiamo voluto inserire nella lista delle 15 luoghi da visitare sul lago di garda. Lungo ben 34 metri e posto ad un’altezza di 45 è stato inaugurato nel 2019.

La vista del lago dal ponte è davvero suggestiva, nelle giornate limpide si riesce a distinguere in lontananza MalcesineRivadel GardaTorbole.

Facilmente raggiungibile con un percorso escursionistico, il ponte è sospeso su una profonda gola e collega le località di Crero e di Pai di Sopra.

Partendo dal piccolo borgo di Crero, frazione del Comune di Torri del Benaco, la passeggiata si snoda tra boschi ed ulivi, offrendo magnifici scorci sul lago.

Una volta raggiunto il paesino di Pai goditi una passeggiata nella piazza principale e nelle viuzze del centro. Il nucleo più antico del paese è arroccato sul fianco del monte Baldo e presenta ancora i resti di antiche fortificazioni risalenti al X secolo.

Per una vista d’eccezione sul lago sali alla terrazza panoramica accanto alla chiesa di San Marco. Dalla balconata potrai ammirare un panorama meraviglioso.

Per raggiungere il Ponte Tibetano ci sono diverse varianti, anche più lunghe, del sentiero. Proseguendo la passeggiata tra i borghi medievali è possibile addirittura raggiungere San Zeno di Montagna.

San Zeno è caratterizzato da una particolare struttura urbana, in quanto è costituito da varie contrade collegate tra loro dalla strada provinciale.

Le varie contrade anticamente erano ben distinte tra di loro e la più antica a popolosa ha dato il nome e fa tutt’ora da centro del paese.

Situata alle pendici del Monte Baldo San Zeno è il luogo adatto per escursioni nella natura, attività outdoor e diversi tipi di sport.

Se sei un amante dell’avventura non puoi poi perderti il Jungle Adventure park. Parco Avventura leader in Italia propone ben 6 percorsi con diversi gradi di difficoltà.


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda
Credits: Gabriele Girelli

14. ROCCA DI MANERBA

La Riserva Naturale della Rocca e del Sasso di Manerba è un vero paradiso per gli amanti della natura, dell’aria aperta ma anche della storia.

La riserva comprende uno spazio relativamente circoscritto, nel quale si possono percorrere vari sentieri. Sono tutti ben segnalati e passeggiando tra i colori e i profumi di questo ambiente rigenerante vi sembrerà di trovarvi in un luogo quasi fiabesco.

Piante che appartengono a climi diversi racchiuse in una varietà di specie vegetali davvero unica, affacciata sulle dolci acque del lago di Garda.

Con i suoi 84,8 ettari di specchio d’acqua e 116,2 ettari di territorio costiero, il grande Parco Lacuale di Manerba del Garda vi lascerà senza fiato. Si tratta di un’area di salvaguardia, rarissima in Europa ed unica in Italia, atta a preservare la biodiversità sia acquatica che terrestre.

La riserva naturalistica della Rocca e del Sasso, le pareti del Monte Re e le aree agricole tra Montinelle e San Giorgio costituiscono il versante terrestre. Le acque protette, invece, sono quelle comprese fra Porto Dusano e Pisenze. In questa zona, infatti, molto gettonate da chi ama fare immersioni, è possibile navigare solo con imbarcazioni a vela o a remi. Un ulteriore accorgimento volto a preservare la fauna ittica locale è il divieto di pesca in queste zone.

Lungo la salita che conduce alla sommità della Rocca si trova il museo archeologico.

Una struttura luminosa, sviluppata su due livelli, capace di valorizzare le realtà archeologiche e gli aspetti paesaggistici e naturalistici dell’ambiente circostante.

Al piano terra è possibile trovare reperti delle epoche più svariate, spiegati esaustivamente da pannelli didattici in italiano e inglese. Si possono trovare il sito pluristratificato della Rocca e del Sasso, quello della Pieve di Santa Maria e quello di località S. Sivino.

Quest’ultimo presenta resti di un abitato palafitticolo dell’Età del Bronzo, diventato poi parte del patrimonio mondiale UNESCO. Fu scoperto nel 1971 dal Tritone Sub di Desenzano e secondo gli esperti questo sito probabilmente si estendeva lungo la riva del lago per circa 150 m.

Insomma, un luogo tutto da scoprire quello della Rocca di Manerba, un posto rilassante che riesce a soddisfare la voglia di pace, natura e conoscenza. Senza dubbio uno dei 15 luoghi da visitare nonchè amati sul Lago di Garda.

Da soli o in compagnia, questo panorama può riservare dei bellissimi scorci e rilassanti momenti da condividere con chi vogliamo. E se volete usufruire di una guida esperta, gli accompagnatori di media montagna sono disponibili a condurre gruppi di appassionati lungo tutto il percorso.


15 luoghi da visitare sul Lago di Garda

15. LIMONAIA DI PRA DELA FAM DI PORTO TIGNALE

La Limonaia Pra dela Fam fa parte dell’Ecomuseo delle Limonaie del Garda, un’istituzione culturale creata nel 2011 presso il Comune di Tignale. Si tratta di un progetto che si occupa dello sviluppo delle comunità locali e della tutela del patrimonio storico, culturale ed ambientale.

L’ obiettivo dell’Ecomuseo è documentare, conservare e valorizzare la memoria storica del territorio. Il progetto interessa ben sei piccoli borghi: Aer, Gardola, Oldesio, Olzano, Piovere e Prabione.

Nel percorso delle tradizioni locali rientra la Limonaia Pra dela Fam. Visitandola potrai vedere e scoprire i metodi produttivi della coltivazione degli agrumi utilizzati in passato. La limonaia infatti dopo importanti restauri è stata trasformata in museo e resa nuovamente produttiva rispettando le antiche tradizioni dei mastri giardinieri di un tempo.

Ripercorrendo la storia della Limonaia del Pra dela Fam durante la visita, potrai anche comprendere la storia che ha segnato questa zona del Lago di Garda.

Partendo dal nome Pra dela Fam, che in dialetto significa Prato della Fame, ad indicare la sfortunata situazione dei navigatori e pescatori che approdavano. I quali spesso si ritrovavano costretti a sostare per giorni senza cibo a causa dei venti contrari.

Questo tratto della costa bresciana infatti fu per lungo tempo raggiungibile solo via Lago.

La coltivazione degli agrumi nell’area tignalese iniziò nel corso del XIII secolo, portata e diffusa dai frati francescani di Gargnano. Queste piante trovarono sulla sponda del Lago un clima favorevole mite e privo di venti freddi del nord che venivano bloccati dalle montagne.

La serra del Pra dela Fam è stata realizzata presumibilmente alla fine dello stesso secolo, insieme a molte altre nella zona, per proteggere le piante dalle temperature rigide invernali. Si compone di spesse mura in pietra e un tetto di copertura in legno per l’inverno. Non mancano una vasca per la raccolta dell’acqua e le canalette per l’irrigazione, elementi tipici delle varie limonaie del Garda.

Per diversi anni la riva bresciana del lago, da Salò a Limone fu famosa come il luogo di coltivazione di agrumi più a nord del mondo. Questa fiorente attività portò grande ricchezza nei paesi dell’Alto Garda e numerose limonaie vennero realizzate o ampliate.

Purtroppo, però per una combinazione di diversi motivi intorno al 1861 il commercio subì improvvisamente un rapido declino che ne decretò la fine.

Grazie agli interventi di ristrutturazione oggi la Limonaia Pra dela Fam è una delle poche visitabili e funzionanti, che accoglie ogni anno numerosi visitatori.

L’ecomuseo della Limonaia è aperto primavera ed estate. La visita guidata porta alla scoperta di questa antica e importante tradizione tra inebrianti profumi e accesi colori dei diversi agrumi prodotti. Per concludere in bellezza con una degustazione dei prodotti realizzati con i frutti della limonaia: limoni sotto sale aromatizzati, marmellata di arance amare, limoncino ed olio agrumato.

Con questa lista di 15 luoghi da visitare sul Lago di Garda ti abbiamo cercato di raccontare le tante bellezze e opportunità che la zona offre. Molte altre cose però restano da scoprire, accettiamo i consigli di tutti su nuovi luoghi da aggiungere all’elenco, il lago ha sempre qualche novità nascosta!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.